CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.11.2018

Più di 900 persone malate e 9 decessi sotto inchiesta

Un momento dell’incontro a Montichiari tra le vittime dell’epidemia
Un momento dell’incontro a Montichiari tra le vittime dell’epidemia

Sono i numeri a raccontare la gravità dell’epidemia che ha colpito la Bassa orientale. Come confermato dal direttore sanitario di Ats Brescia Fabrizio Speziani, durante l’ultimo consiglio comunale di Montichiari, «le persone colpite dall’infezione e che si sono rivolte al pronto soccorso sono state 868. Di queste 654 sono state ricoverate, ovvero il 75,3%». Per quanto riguarda la legionella, secondo i dati diramati da Ats, a Montichiari la positività è stata riscontrata in 8 persone; 4 i casi a Carpenedolo e Remedello, 3 ad Acquafredda e 1 a Calvisano, Visano e Isorella. I paesi citati fanno parte della cosiddetta «zona rossa», l’area in cui l’epidemia si è manifestata con maggiore aggressività. Da notare che Ats Brescia è riuscita a individuare e convocare 50 persone che si sono curate a casa. Di queste, fino a oggi, sono 6 quelle risultate positive alla legionella. SULLE MORTI, invece, Ats non si esprime visto che la Procura ha aperto un’inchiesta: si indaga per epidemia colposa. Sono comunque 9 i decessi legati all’epidemia. Il primo, morto per polmonite batterica, è stato un 85enne di Carpenedolo, con l’Ats che ha trovato nel soffione della doccia di casa tracce di legionella. Poi una 69enne della frazione Mezzane di Calvisano. L’anziana, in base all’esame autoptico, è morta per legionella e nel pozzo di casa, in seguito ai controlli sulla prima falda svolti da Ats, è stata riscontrata la positività al battere. Nel triste elenco anche due residenti di Remedello, entrambi morti per polmonite come emerso dalle autopsie. Si tratta di un 90enne deceduto all’ospedale di Asola e di un 57enne deceduto a Pavia. Tra i morti anche un 68enne di Roè Volciano ricoverato all’ospedale di Gavardo per polmonite batterica, un 56enne deceduto al Civile di Brescia e un 49enne morto a Desenzano, entrambi residenti a Carpenedolo e deceduti per polmonite batterica. Infine, altre due morti per polmonite sono state riscontrate a Calvisano: un 90enne e un 86enne. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

V.MOR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1