CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

24.08.2018

Tragedia in autostrada:
chiesti altri accertamenti
sul decesso di Silvia

Il Silvia Penocchio aveva 34 anni
Il Silvia Penocchio aveva 34 anni

È una catena di dolore infinita che si allungherà almeno fino alla prossima settimana. La procura di Piacenza ha disposto nuovi accertamenti medico legali sulla morte di Silvia Penocchio, vittima di un tamponamento avvenuto sulla A1, in territorio di Fiorenzuola. Per il nullaosta alla sepoltura della 34enne di Verolanuova bisognerà attendere almeno fino lunedì. Sono almeno queste le notizie che arrivano da Parma dove si sta occupando delle meste formalità burocratiche il fratello Francesco.

NELLA VILLETTA IN FONDO a via San Rocco ieri il cancello era aperto. Alcuni parenti, insieme al padre Giovanni, stavano sistemando la siepe e il giardino in un dolcissimo gesto d’amore verso la congiunta: stavano preparano tutto per rendere più bello, per quanto questo aggettivo sia improprio, il rientro dei resti della giovane donna. Uno sforzo doloroso ma di grande affetto. L’attesa comunque non è ancora formalmente finita: ieri non si conosceva ancora la data in cui verrà celebrato il funerale, anche se probabilmente, se a Parma non ci saranno problemi, l’ultimo abbraccio dovrebbe essere fissato per martedì a Verolanuova. Il magistrato ha infatti deciso di far effettuare una verifica sul corpo, che si trova ancora nell’ospedale Maggiore della cittadina emiliana. La 34enne, deceduta dopo essere stata soccorsa da un elicottero e ricoverata d’urgenza nel reparto di Rianimazione, sarebbe morta a causa di gravissime lesioni interne causate dallo schianto.

ERA STATA sottoposta a una terapia intensiva che purtroppo si è rivelata inutile: dopo alcune ore era tenuta in vita soltanto dalle macchine, e alla fine si è spenta. Con lei tornerà a casa il marito Andrea Guarneri, ferito lievemente a un polso dopo che la sua Opel Astra è stata tamponata da un furgone arrivato sull’auto della coppia a grande velocità. Un impatto tremendo, dalle conseguenze drammatiche.

V.MOR.
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1