CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.03.2018

Cimiteri, sepolte le polemiche

Il cimitero di Toscolano
Il cimitero di Toscolano

Novità in ambito servizi cimiteriali a Toscolano Maderno. L’altra sera il Consiglio comunale ha approvato con 8 voti favorevoli e 1 astensione la convenzione con Garda Uno per l’affidamento del servizio di gestione e custodia dei cimiteri di Maderno, Cecina, San Martino, Gaino e Bornico. «Dal prossimo 20 maggio con l’operatore in pensione - motiva la scelta l’assessore con delega all’area tecnica Fabio Gaetarelli - saremo senza addetto ai servizi cimiteriali: per garantire maggior qualità e più ore delle prestazioni, si è deciso di affidarne la gestione alla società Garda Uno con servizio house providing per tre anni». La decisione «seppellisce» anche le polemiche dei mesi scorsi nate da alcune segnalazioni di incuria al cimitero di Cecina seguenti ad alcune maldestre esumazioni ed estumulazioni effettuate dalla ditta incaricata al cimitero di Gaino. «L’obiettivo principale - sottolinea Gaetarelli - è di avere maggior decoro negli spazi cimiteriali, attraverso la sorveglianza, la custodia e la gestione ordinaria, che passa attraverso l’assistenza ai funerali, la pulizia delle aree verdi, per finire ai camminamenti e i parcheggi dei cinque cimiteri». Per un servizio che comprende anche la pulizia degli immobili, servizi igienici, scale e fontane e la raccolta e il conferimento dei rifiuti speciali. «La convenzione è di 36 ore settimanali di lavoro per due operatori, presenza garantita tutto l’anno con reperibilità telefonica». Il costo del servizio? In questa annualità si parla di 56mila euro. Nelle due successive il servizio aumenterà a 75mila annui. Sui titoli di coda del consiglio comunale da segnalare anche la consueta presa d’atto della deliberazione della Corte dei conti del raggiungimento degli equilibri finanziari dettati dal piano di riequilibrio (secondo semestre 2017) per coprire i debiti fuori bilancio rilevati alla primavera del 2013 per un importo complessivo di circa 5 milioni. Parere positivo che rimanda al successivo esame dopo l’approvazione del rendiconto 2017, invitando l’ente alla prosecuzione del piano concordato. «In vista delle elezioni comunali – rimarca l’assessore al bilancio Andrea Andreoli - non deve sfuggire il fatto che chiunque venga eletto avrà l’onere di proseguire nell’attuazione del piano concordato, nell’ottica di un risanamento che faticosamente è stato iniziato». •

L.SCA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1