CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.07.2017

Le regate infiammano l’estate del Garda

L’esultanza dell’equipaggio di Torri dopo il traguardo di Gargnano
L’esultanza dell’equipaggio di Torri dopo il traguardo di Gargnano

Se l’ultima edizione della Bandiera del lago è stata dominata da un equipaggio della riviera del Sebino, stavolta il challenge remiero si annuncia un duello fra le due sponde del Garda. Vincendo sabato sera a Gargnano, Berengario di Torri ha riaperto i giochi nel gruppo A, quello dei big e messo in discussione l’incontrastata leadership di Grifone di Sirmione.

A QUATTRO PROVE dal termine, Grifone guida la graduatoria con 176 punti, seguito da Berengario con 172 e Peschiera con 169. Più distanziati segue con 164 l’equipaggio detentore del titolo Carmagnola di Clusane, Garda con 162 e Clusanina con 161. La regata di Gargnano è stata straordinaria dal punto di vista della coreografia del pubblico: è sembrato di essere tornati agli anni ’70 quando la rivalità fra i padroni di casa e Torri creava sul lungolago un clima da stadio. Forse non è stato davvero un caso che a imporsi nelle rispettive batterie siano stati proprio gli equipaggi dei paesi simbolo delle bisse. Nel gruppo A, dopo il richiamo ufficiale agli equipaggi di Berengario e Peschiera per falsa partenza, la regata si è sviluppata nella più totale incertezza. Fino all’ultimo giro di boa Torri, Grifone e Peschiera erano. La volata finale ha premiato Torri. Secondo Grifone e terza piazza per Peschiera che ha contenuto di un soffio la rimonta di Garda. Quinto posto per Carmagnola e sesto per Clusanina che ha terminato onorevolmente la batteria dopo una gara ad handicap per l’improvviso forfait di un membro dell’equipaggio, sostituito pochi minuti prima della sfilata in acqua. Nella categoria B la vittoria ha premiato solo all’ultima vogata Villanella di Gargnano dopo aver rincorso per tutta la gara una splendida Gardonese sempre in testa fino a pochi metri dal traguardo. Terzo gradino del podio per Paratico, quindi Arilica di Peschiera, poi Aries di Garda e Montisola.

NEL GRUPPO C riservato agli equipaggi emergenti, monologo dei giovanissimi gardonesi di Ariel che hanno preceduto i desenzanesi di SantAngela Merici, Sebina, Betty di Cassone, Benacum di Toscolano Maderno e Paloma di Garda. Le bisse tornano nuovamente in acqua tra sette giorni a Desenzano.

Luciano Scarpetta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1