Borgosatollo, la banda al Sociale

Daria Radic: giovane talento
Daria Radic: giovane talento
Daria Radic: giovane talento
Daria Radic: giovane talento

Il Corpo Bandistico di Borgosatollo festeggia alle 21 con un concerto al Teatro Sociale di Brescia il 115° anniversario della sua fondazione, con la direzione del maestro Johan De Meij e col maestro preparatore Mattia Rullo. Il programma comprende tre brani di De Meij con «La Quintessenza», la Sinfonietta n. 1 e «Aquarium». In conclusione di serata un brano di Dirk Brossé, «Tintin – Prisoners of the Sun» nell’arrangiamento dello stesso De Meij. Ingresso a 7 euro, obbligatorio l’uso della mascherina FFP2. «La voce del violino» è protagonista questa sera alle 20.30, nel Refettorio Monumentale del Museo Diocesano in via Gasparo da Salò, del concerto dei Talent Music Master diretti da Paolo Baglieri: Miriam Nevola interpreterà la Sonatina op. postuma 137 n. 1 D 384 di Franz Schubert; nella seconda parte Daria Radic proporrà la Sonata n. 6 op. 30 n. 1 di Ludwig van Beethoven, la Ciaccona dalla Partita n. 2 BWV 1004 di Johann Sebastian Bach, Tre Romanze per violino e pianoforte di Clara Wieck e infine il Rondò Capriccioso di Camille Saint-Säens. L’ingresso è gratuito. In San Barnaba continua il Festival di musica contemporanea Aequalis Brescia promosso dall’associazione Edea: alle 21 il concerto–conferenza «Linguaggi moderni e attuali per violino solo» e vede protagonisti Silvia Mandolini al violino e il musicologo Carlo Bianchi. Nel corso della serata la Sonata del 1949 di Jean Barraqué, Soliloque 3 di Serge Arcuri, la Sequenza VIII di Luciano Berio, Piccoli Voli di Luca Francesconi, Un viaggio sentimentale di Anthony Rozankovic, infine l’Improvvisazione del 1972 di Giancarlo Facchinetti e Argot due pezzi di Franco Donatoni. Nel chiostro della chiesa di San Biagio a Rivoltella di Desenzano del Garda alle 21.15 il terzo concerto del Festival Suoni e Sapori del Garda, con l’Infonote Ensemble che proporrà un programma che inizierà con Edward Elgar e la sua Serenata per archi op. 20, scritta nel 1892. Seguiranno la St. Paul’s Suite op. 29 n. 2 di Gustav Holst e la Suite n. 3 di Antiche Arie e Danze di Ottorino Respighi. La serata si completerà con un famoso brano firmato dal norvegese Edvard Grieg, La Holberg Suite per archi op. 40.•. L.Fert. © RIPRODUZIONE RISERVATA