Un punto di vista diverso per raccontare l’autismo

Il nuovo libro di Elisa Vincenzi
Il nuovo libro di Elisa Vincenzi

La scrittrice per l'infanzia Elisa Vincenzi ad aprile torna in libreria con «La gara di bowling», illustrato dalla disegnatrice marchigiana Cristina Lanotte e pubblicato dalle edizioni La Strada per Babilonia (84 pagine, 13 euro). «Lavorando come educatrice e musicoterapista da diverso tempo - racconta la giovane narratrice di Brandico -, mi trovo quasi quotidianamente a stretto contatto con l’autismo e credo che parlarne per sensibilizzare più persone possibili sia molto importante. Così è nata l’idea di scrivere un racconto che parlasse proprio di questo: ciò che ho cercato di fare fin da subito è stato di evidenziarne gli aspetti positivi, raccontare non solo i limiti, ma anche e soprattutto le risorse e le possibilità». «Una persona dello spettro autistico - precisa - ha un modo diverso di imparare e di dare un senso alle cose, ma non per questo non prova emozioni o non ha delle abilità. Per scrivere questo libro mi sono ispirata a una situazione reale, quella di una delle ragazzine che incontro in musicoterapia e che ha una vera e propria passione per i giochi con la palla e per il bowling». La trama del volume prende avvio dal giorno in cui la maestra comunica alla classe della protagonista, Francesca, che non potrà andare in gita per mancanza di soldi. Così gli alunni decidono di iscriversi a un torneo di bowling per tentare di vincere la cifra necessaria a pagarsela; nessun bambino in tutta la classe ha mai giocato a bowling, tranne Francesca, che trascinerà i compagni verso un finale insospettabilmente divertente.•. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Flavio Marcolini