Pericolo hacker come ci difendiamo?

La Leonessa
La Leonessa

Negli ultimi dodici mesi il tempo passato da tutti davanti ad un device è aumentato esponenzialmente. Smart workig, didattica a distanza, videoriunioni: è cambiato il nostro modo di vivere. E sarà così anche in futuro: sfruttare in maniera intelligente le tante potenzialità che questi dispositivi possono offrire porterà sicuramente vantaggi. Ma il mondo telematico nasconde tante insidie, e gli ultimi episodi sono qui a dimostrarlo: prima va in tilt il sistema della Loggia per un attacco hacker, attacco che si verifica poi anche verso la piattaforma sulla quale si appoggiano diverse scuole bresciane. Alcuni dati andranno persi, ma oltre questo in tanti si stanno chiedendo se è giusto affidarsi in maniera quasi totale alla tecnologia, e soprattutto quanto sono sicuri i sistemi di difesa che sono stati progettati. I criminali telematici spesso sono più avanti di chi dà loro la caccia, e quindi sono in grado di aggirare anche le barriere più solide. Ma anche una buona formazione personale può essere importante, e può essere da qui che si può partire, a tutti i livelli. A volte mancano proprio le basi e la consapevolezza: chi ci deve difendere, ci deve anche educare a individuare pericoli e a come evitarli. Per non finire nella rete.