Sicurezza percepita e nuova «normalità»

La Leonessa
La Leonessa

È successo in piazzale Arnaldo, in piazza Vittoria, in corso Magenta e in altri posti, e questo è solo l’ultimo bollettino di un altro tranquillo weekend di paura per il centro di Brescia, dove risse, baruffe e momenti di tensione provocati da gruppi di giovanissimi sono la moda. Una rondine non fa primavera: questa sembra la tesi del Comune, secondo il quale possono esserci anche tre, quattro, cinque risse qua e là, senza che una città così grande sia da considerare tutta in preda al caos e all’arbitrio delle «bande». Dice: episodi limitati che impressionano, oltre misura, la percezione di sicurezza. Intanto però, per un numero crescente di ragazzi, picchiare, spaccare, insultare i passanti è diventato normale. Ma non è normale che sia normale.

Suggerimenti