leonessa

Tra il black friday e il white christmas

Giovedì gnocchi, venerdì pesce, sabato trippa. Una volta si faceva così: due pasti sostanziosi, la congrua massa calorica di gnocchi e trippa, il giorno prima e quello dopo il «mangiar di magro» del venerdì. Che oggi però si spera non sia troppo magro: dalle lontane Americhe è arrivato il «Black friday», la frenesia degli acquisti che negli Usa, tradizione loro, è un’orgia di sconti e ribassi dopo il giorno del ringraziamento, un festone da quelle parti. Black, dicono, perché il libro contabile della bottega passa così dal rosso miseria all’inchiostro nero del guadagnino. Negli Usa. E da noi? I negozianti a Brescia sperano, però non più di tanto: «Sarà Natale il nostro momento», dicono. Ma non per questo si dovrà chiamare White Christmas.