Casta, al live si arriva in cabinovia A Edolo le note di un altro violino

di Luigi Fertonani
«Alba in Quota» col violinista Andrea Casta e il suo archetto luminoso
«Alba in Quota» col violinista Andrea Casta e il suo archetto luminoso
«Alba in Quota» col violinista Andrea Casta e il suo archetto luminoso
«Alba in Quota» col violinista Andrea Casta e il suo archetto luminoso

Musica tra le montagne della Valcamonica. Un duo di violino e organo formato dalla lituana Lina Uinskyte e da Marco Ruggeri alle tastiere del «Mottironi» della chiesa dei Santi Ippolito e Cassiano a Mù di Edolo è infatti protagonista questa sera alle 21 dell’ultimo concerto per il 2022 della rassegna Maestro Giovane diretta da Paola Rocca. E domani dalle 5.30 alle 7, a Ponte di Legno, «Alba in Quota» col violinista Andrea Casta e il suo archetto luminoso. Partiamo dal concerto di Edolo dove è in programma un percorso nella letteratura per l’organico strumentale violino-organo iniziando da un brano per organo solo, la Toccata del IX tono detto V di Claudio Merulo cui seguiranno la Ciaccona in do di Antonio Bertali, una Passacaglia di un Anonimo toscano del Seicento, la Sonata in trio in re minore n. 1 BWV 527 di Johann Sebastian Bach. E nell’ultima parte della serata la Toccata Quinta e il Magnificat V Toni di Johann Speth e la Sonate dans le goût de la Symphonie concertante op. VIII/2 di Jean Jacques Beauvarlet – Charpentier. La violinista lituana Uinskyte si è perfezionata con Pavel Vernikov all’Istituto Musicale Internazionale «Santa Cecilia» di Portogruaro, e per la musica da camera con Rocco Filippini e Bruno Canino al «Campus Internazionale di Musica» di Sermoneta. Il cremonese Ruggeri ha studiato a Brescia con maestri come Giovanna Fabiano e Paolo Ugoletti diplomandosi in organo, clavicembalo e direzione di coro; si è perfezionato con Andrea Marcon alla Schola Cantorum di Basilea e ha vinto il Concorso Cembalistico di Bologna nel 1997. Domani alle prime luci dell’alba, come si diceva, l’appuntamento a Ponte di Legno con il bresciano Andrea Casta in Valbione: le cabinovie Valbione e Corno d’Aola saranno in funzione dalle 5. Il repertorio proposto spazia da Morricone alla canzone italiana, dai classici rock rivisitati ai brani originali dello stesso Casta: chitarra acustica suonata da Paolo Zanetti. Biglietto acquistabile alla biglietteria Valbione che aprirà domattina alle 4.30. In città nel Teatro di San Giovanni è previsto il concerto a ingresso gratuito dei Talent Music Courses: il soprano Yifei Wen interpreterà l’aria «Tu che di gel sei cinta» dalla Turandot di Puccini, poi seguirà la parte pianistica con Justine Gormley che proporrà le Sonate K 159 e K di Scarlatti e lo Studio n. 1 di Debussy. Nella seconda parte Liana Storey affronterà la Sonata di Bartòk e le Danze di Ravel; la conclusione con Gavin Liang May al pianoforte per il Preludio in mi maggiore op. 11 n. 9 di Skrijabin. Alla Cascina Parco Gallo il Brescia Buona Festival propone alle 20 il duo di armonica a bocca e fisarmonica formato da Max De Aloe ed Ermes Pirlo per un fantastico viaggio intorno al mondo del jazz. Sul lungolago salodiano e in centro torna «Salò in Jazz» in una decina di punti musicali con artisti di riconosciuto valore; dalle 20 fino alle 23, quando il golfo s’illuminerà con lo spettacolo pirotecnico. Negozi aperti per lo shopping serale: bar e ristoranti potranno ampliare i plateatici fino a bordo lago. •.