DA VEDERE

Imperdibile Hamaguchi: "Wheel of Fortune and Fantasy" da scoprire o da rivedere

di Luca Canini
Una pellicola di raro equilibrio e di superba misura al cui fascino discreto è impossibile resistere
Wheel of Fortune and Fantasy
Ryusuke Hamaguchi, 2021
Wheel of Fortune and Fantasy Ryusuke Hamaguchi, 2021
Wheel of Fortune and Fantasy
Ryusuke Hamaguchi, 2021
Wheel of Fortune and Fantasy Ryusuke Hamaguchi, 2021

Poco prima di guadagnarsi la ribalta internazionale grazie a «Drive My Car», incoronato miglior film straniero durante l’ultima notte degli Oscar, Ryusuke Hamaguchi si era già fatto notare al Festival di Berlino con l’Orso d’Argento 2021 «Wheel of Fortune and Fantasy» (distribuito in Italia dopo il trionfo americano con il titolo «Il gioco del destino e della fantasia»).

Per chi l’ha visto e per chi non c’era, tocca a Mubi rimettere in circolazione una delle più belle scoperte degli ultimi anni, pellicola di raro equilibrio e di superba misura al cui fascino discreto è impossibile resistere. Tre diversi punti di vista sul concetto di desiderio; tre variazioni al femminile sul tema della distanza, dell’incomprensione. Una storia finita (o forse no?), tra gelosia, morbosità e rancori; un tentativo di seduzione fraudolenta che si trasforma in un’occasione di ripensamento; uno scambio di persona che sfocia in un contatto profondo tra due sconosciute. Hamaguchi non sbaglia niente, facendo un passo indietro come regista e lasciando che siano le storie, i personaggi a emergere. Da vedere assolutamente.