Ruggero dal vivo in Latteria: uno show a misura di timido

Ruggero de I Timidi, vero nome Andrea Sambucco da Udine: confermato l’appuntamento in Latteria di questa sera con il più impacciato e inclassificabile dei comici
Ruggero de I Timidi, vero nome Andrea Sambucco da Udine: confermato l’appuntamento in Latteria di questa sera con il più impacciato e inclassificabile dei comici
Ruggero de I Timidi, vero nome Andrea Sambucco da Udine: confermato l’appuntamento in Latteria di questa sera con il più impacciato e inclassificabile dei comici
Ruggero de I Timidi, vero nome Andrea Sambucco da Udine: confermato l’appuntamento in Latteria di questa sera con il più impacciato e inclassificabile dei comici

Concerto confermato: parole che suonano quasi irreali, in un momento nuovamente dominato da annullamenti e rinvii. Ma la Latteria Molloy tira dritto e riparte con coraggio da Ruggero de I Timidi: appuntamento questa sera alle 22 con Super Green Pass e mascherina FFP2, biglietti ormai in via di esaurimento, non sarà possibile consumare cibo o bevande in sala ma dalle 18 sarà aperta la Distilleria per aperitivi, cene e drink (prenotazioni al 347 9367391). Torna quindi a Brescia il «crooner impacciato», incrocio improbabile tra Mal dei Primitives ed Elio delle Storie Tese, sul palco di via Ducos con «Stand Up & Songs»: un microfono, una chitarra, un percorso a ritroso fra musica e parole. «Sarà uno show intimo e acustico - dice lui -, per emozionare lo spettatore in maniera timida, romantica, ma pur sempre umida». Ad arricchire il tutto le incursioni a sfondo famigliare dalla moglie-soubrette di Ruggero, Fabiana Incoronata Bisceglia, che con lui è a capo di questo atipico «agriturismo dello spettacolo». I due sono per altro reduci dal «Gran Veglione Timido» trasmesso in diretta streaming la notte di San Silvestro dalla loro abitazione, trasformata nel set di un improbabile show di fine anno tra canzoni, animazione, karaoke e «trenino ma tutti rigorosamente a casa propria». Iniziativa che per altro ha riscosso grande successo. «Miglior ultimo dell’anno della mia vita», ha commentato un utente. «Il veglione che non meritavamo ma di cui avevamo bisogno», gli ha fatto eco una fan. Tra gli spettatori collegati anche Giuseppe Giacobazzi, per altro anche lui atteso a Brescia sabato 22 al Gran Teatro Morato. «Favoloso, la vostra diretta più bella», ha scritto il comico, entusiasta per la delirante serata che ancora una volta ha messo in mostra tutto lo straripante talento di Andrea Sambucco, classe 1975, da Udine, fin da ragazzo appassionato di musica e teatro. Gli inizi come cantautore, poi dal 2005 il passaggio al cabaret che lo porta in tv con partecipazioni a «Central Station», «Colorado Cafè», «Zelig» e «Quelli che il calcio». Nel 2013 crea il personaggio di Ruggero de I Timidi, sorta di alter ego demenziale ispirato ai cantanti balneari anni ‘60: il primo singolo, «Timidamente io», diventa un successo immediato, tirando la volata a una storia che, tra dischi, spettacoli e follie varie, dura ormai da quasi un decennio. Quattro i dischi all’attivo, tra cui «Giovani Emozioni», ultimo lavoro risalente al 2018. «Ci siamo seduti a tavolino con i discografici, mi hanno detto che dovevo fare l’album della maturità - ironizza il cantante -. Il fatto che io non abbia discografici e che fossi al tavolino a parlare da solo non deve trarre in inganno: sono davvero molto maturato». In occasione dell’uscita dell’album, Ruggero ha debuttato anche nel mondo dei comics con «I Fumetti Timidi».•. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Claudio Andrizzi