IL BILANCIO

Lombardia, un milione di immunizzati con entrambe le dosi

In Italia 20.524.435 somministrazioni

Scende la curva epidemiologica in Italia mentre sale il ritmo delle vaccinazioni. Nel corso della settimana appena conclusa è stato raggiunto l'obiettivo delle 500mila somministrazioni al giorno prefissato dal Governo. Ad oggi le dosi totali somministrate sono più di 20 milioni, oltre 6 milioni di persone sono state completamente vaccinate (il 9,8 della popolazione).

Le vaccinazioni proseguono bene anche in Lombardia: «Un milione di Lombardi immunizzati con entrambe le dosi di vaccino (per il 60% over 80). 2,5 milioni con un almeno una dose, con una media superiore a 100 mila vaccinazioni» secondo i dati diffusi dalla vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia Letizia Moratti sul suo profilo di Twitter. «Già adesso Regione Lombardia è la prima regione che raggiungerà l’immunità di gregge grazie alla campagna vaccinale». 

Il mese di maggio sarà decisivo per capire l’evoluzione della Pandemia in Italia. Oltre 14,2 milioni di italiani  hanno ricevuto almeno una dose di vaccino   (il 23,9% della popolazione).  L’accelerazione è stata possibile per le quasi 5 mln di dosi consegnate in settimana e al costante aumento del numero di hub vaccinali sul territorio nazionale (78 in più nell’ultima settimana, 1.005 in più rispetto al 25 febbraio).

Le regioni con la percentuale maggiore di somministrazioni rispetto alla dotazione sono Liguria (88,4%), Umbria (86,2%), Emilia-Romagna (86), Veneto (85,6%), Valle D’Aosta (85,2%), quella con la minore percentuale è la Calabria (75,7%). Ecco nel dettaglio le singole regioni: Abruzzo (82,7%), Basilicata (81,2%), Calabria (75,7%), Campania (82,2%), Emilia-Romagna (86%), Friuli Venezia-Giulia (80,8%), Lazio (80,7%), Liguria (88,4%), Lombardia (86%), Marche (87%), Molise (84,8%), Provincia autonoma Bolzano (78,7%), Provincia di Trento (82,8%), Piemonte (84,3%), Puglia (83,8%), Sardegna (79,2%), Sicilia (76,3%), Toscana (82,4%), Umbria (86,2%), Valle d’Aosta (85,2%), Veneto (85,6%).