Addio al barbiere che oltre ai capelli tagliava la tristezza

Angelo Locatelli, aveva 70 anni
Angelo Locatelli, aveva 70 anni

Rudiano in lutto per la scomparsa di Angelo Locatelli, barbiere storico ma anche volto amato dai concittadini per la grande giovialità, l’ironia e la bontà. Aveva 70 anni, era ancora in attività, «soccorrendo» con forbici e rasoi anziani e amici che non potevano muoversi da casa. L’ha portato via in un soffio la Sla, la sclerosi laterale amiotrofica: diagnosticata a inizio autunno, ha finito la sua terribile opera domenica sera al Civile di Brescia, dove lo hanno pianto la moglie Dolores Farumi e i figli Ileana e Manuel. Figlio d’arte, Locatelli aveva preso in affitto una bottega nel 1968 nella vicina Pumenengo, dove aveva conosciuto la moglie. A fine 2016 la scelta del proprietario di destinare l’immobile a un altro utilizzo, aveva impedito al barbiere di tagliare il traguardo dei 50 anni di attività: un obiettivo raggiunto nei fatti, visto che Angelo non si è mai risparmiato. Nella sala del commiato di Chiari in tanti dalla Bassa bresciana e bergamasca sono arrivati per un ultimo saluto. Locatelli era un maestro delle forbici, ma anche della conversazione. Tra le telefonate ricevute in queste ore dai familiari, anche quella del reduce di Russia, Mario Donati, residente a Pumenengo e storico cliente di Angelo. «Quando ha saputo della morte - ha rivelato la moglie -, ha pianto tantissimo, nonostante i suoi 101 anni e gli orrori visti in guerra». Alla famiglia le condoglianze dell’Amministrazione comunale. I funerali si svolgeranno domani, alle 14,30, nella parrocchiale di Rudiano. •

MA.MA.