CHIUDI
CHIUDI

24.10.2020

Baby studenti nella maxi rissa

Un frame del video della rissa tra ragazzini girato in piazza a Leno
Un frame del video della rissa tra ragazzini girato in piazza a Leno

Sono stati identificati i quindicenni protagonisti della maxi rissa scoppiata nella piazza di Leno sabato pomeriggio. Attorno alle 15 due gruppi di ragazzi che frequentano l’istituto superiore si sono dati appuntamento alla fermata dei pullman per regolare conti aperti a scuola. Sul ring improvvisato in particolare un ragazzo di Leno ed uno di Ghedi hanno ingaggiato una collutazione mentre intorno i coetanei li spronavano a farsi del male. Uno dei due contendenti ad un certo punto si è rimasto anche a dorso nudo perchè nello scontro gli è stata sfilata la felpa.Qualcuno ha pensato bene di riprendere il tutto per postarlo su Telegram per la rubrica «risse italiane». Qualcuno invece ha avvertito i carabinieri che grazie alle immagini hanno identificato i due ragazzi della rissa e gli spettatori. Per mancato rispetto delle norme anticovid sono scattate le sanzioni amministrative, e in particolare a quelli che non indossavano la mascherina l'ammenda comminata è stata di 400 euro. I carabinieri, a loro volta, interverranno sul lato penale per il reato di rissa e lesioni. «Un sabato di follia- osserva l’assessore alla Sicurezza Ermanno Udeschini - tanto più grave considerato il delicato momento che stiamo vivendo. Le forze dell’ordine hanno svolto un prezioso lavoro e agito in modo impeccabile così da dare un segnale forte suoi comportamenti da evitare». Udeschini osserva: «Stupisce il piacere che i giovani provano nel postare sui social una colluttazione di cui ci si dovrebbero vergognare; se ne stanno immobili a riprendere gli scontri anziché cercare di scongiurarli. Inoltre fa specie la carica di cattiveria che si evince dalle immagini». •

M.MO.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1