CHIUDI
CHIUDI

31.03.2020

Brescia e l’epidemia

Roncadelle piange Luigi Sala, il sindaco per antonomasia. Il «professore buono», come era soprannominato Sala, aveva guidato il paese per tre mandati dal 1960 al 1973. Insegnante di disegno tecnico prima al «Moretto» e poi all’Itis, era stato un democristiano di «ferro». Alla fine anni ‘70 Sala fu anche assistente personale dell’allora ministro all’Istruzione Mario Pedini. L’ex sindaco aveva 91 anni ed era ricoverato all’ospedale Civile di Brescia per l’infezione da Coronavirus. Lascia la moglie e tre figli.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1