«Budello» di via Borgosatollo via al progetto di allargamento

Via Borgosatollo, stretta e trafficata arteria comunale
Via Borgosatollo, stretta e trafficata arteria comunale

Finalmente ai nastri di partenza la tanto agognata messa in sicurezza di via Borgosatollo a Ghedi, troppo stretta per non causare incidenti, tanto più che è battuta da un numero elevato di camion, anche con rimorchio, che si recano nelle aziende, ma soprattutto nelle cave poste lungo quei tre, quattro chilometri che separano il paese dalla Sp 19 e quindi dal paese confinante. L’Amministrazione comunale di Ghedi ha incaricato gli architetti Danilo Gobbi e Gianfausto Guerrini di Borgosatollo del computo metrico e del progetto per sistemazione, ampliamento della strada e realizzazione di tre rotonde. Il costo previsto è di oltre un milione di euro, parte finanziato con l’avanzo di bilancio, parte con il primo versamento nelle casse comunali di 500 mila euro frutto della convenzione siglata con la società Tecnoinerti srl relativa alla discarica di rifiuti inerti in località Inferno, lungo la stessa via. Inoltre, a marzo, inizieranno anche i lavori della Valsir, la ditta che ha acquistato il sito della ex Sei e che si è impegnata, sottoscrivendo una convenzione con il comune di Ghedi, a significativi interventi sulle strade, realizzando tra l’altro la tangenziale nord. Dunque due imprese differenti, partendo dall’incrocio della strada del Vergine con la strada per Carpenedolo, dove verrà realizzata una rotatoria, procederanno in direzioni opposte, una verso est e quindi verso l’area della Valsir per poi proseguire fino a intercettare a sud la 668, l’altra verso ovest ampliando la strada del Vergine fino all’incrocio con la via Borgosatollo, formando un altro tassello per migliorare la percorribilità della zona. «Felicissimi - affermano all’unisono il sindaco Casali ed il vice sindaco Giovanni Cazzavacca - finalmente possiamo dare il via a lavori per mettere in sicurezza una strada piuttosto pericolosa per chi la percorre, quanto meno problematica, e porre fine positivamente ad una annosa questione». •

M.MON.