CHIUDI
CHIUDI

18.04.2019

«Finti carabinieri,
ma pistole
e rapina vere»

Artigiano bresciano rapinato
Artigiano bresciano rapinato

A un certo punto si è visto puntare una pistola contro e sparare. L’arma era a salve, ma lo spavento, per l’artigiano di Montichiari rapinato due giorni fa in provincia di Cremona, è stato enorme.

ERANO CIRCA LE 18.30 e stava viaggiando a Villacampagna frazione di Soncino, in provincia di Cremona, diretto verso un cliente. Improvvisamente è spuntata una Jeep di colore bianco con un lampeggiante acceso, di quelli rimovibili. L’artigiano bresciano, in apprensione per il timore d’aver commesso qualche infrazione, si è fermato, anche perché nell’auto c’era chi mostrava una paletta. E quando i veicoli si sono fermati, dalla Jeep sono scesi due uomini che impugnando pistole si sono qualificati come «carabinieri dell’antimafia». Non indossavano divise, ma secondo la testimonianza della vittima «un abbigliamento in grado di far pensare a unità speciali». «Sali sulla nostra auto e vieni con noi», gli hanno detto. Ma l’artigiano a quel punto ha capito che era in atto qualcosa di diverso da un controllo: l’obiettivo era l’auto. E non è sceso dalla vettura dopo essersi sistemato su un sedile posteriore. Ma uno dei rapinatori, dal sedile anteriore si è girato, ha puntato l’arma verso di lui ed ha esploso un colpo che evidentemente era a salve, in caso contrario avrebbe avuto altre conseguenze. Terrorizzato è sceso, ma ha cercato d’impedire che fuggissero con auto e portafogli tenendo aperta la portiera, sapendo che questo blocca la vettura. I rapinatori sono però riusciti ad allontanarsi con la X6 dopo aver spintonato l’artigiano. La vittima, sconvolta, si è incamminata a piedi e ha raggiunto un bar del paese ad alcune centinaia di metri. Lì, secondo quanto riferisce nella denuncia, ha trovato un conoscente che gli ha prestato il cellulare per dare l’allarme e chiamare il 112. Nelle ore successive ha presentato la denuncia ai carabinieri di Crema. «Ho perso la fiducia nella gente» si limita a commentare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

M.P.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1