CHIUDI
CHIUDI

06.07.2020

I vandali devastano il rifugio dei gatti

Il rifugio della colonia felina è stato raso al suolo dai vandali Le casette in legno per i gatti distrutte a colpi di martello
Il rifugio della colonia felina è stato raso al suolo dai vandali Le casette in legno per i gatti distrutte a colpi di martello

Ennesimo raid vandalico sul colle San Pancrazio a Montichiari. Stavolta nel mirino del blitz sono finite le casette di legno allestite dai volontari come rifugio per i gatti della colonia felina che si è insediata dietro l’area verde. I manufatti sono stati distrutti a colpi di martello: dei gatti, nessuna traccia. Forse spaventati si sono allontanati, ma a questo punto si teme che i vandali possano aver infierito anche sugli animali. Il blitz è avvenuto nella notte tra sabato e domenica come testimoniano alcuni giovani che hanno visto un gruppetto di adolescenti «euforici» - per usare una metafora - aggirarsi con atteggiamento spavaldo attorno al rifugio. Non è la prima volta che il colle di San Pancrazio diventa teatro di scorribande. Dall’inizio dell’anno sono state ripetutamente danneggiate le steli del Giardino dei Giusti. Ma più in generale è dalla fine del lockdown che il verde che si dipana dalla pieve, ogni fine settimana viene imbrattato con bottiglie di bibite e birra vuote, contenitori per pizza e altri rifiuti. Il raid al rifugio dei gatti è stato denunciato alle forze dell’ordine, ma sarà molto difficile risalire ai responsabili. Neppure le immagini della videosorveglianza potranno venire in aiuto dei carabinieri e della Polizia locale. Nella zona che ospita le casette per i gatti randagi non sono puntate telecamere di videosorveglianza. I volontari si sono comunque già messi al lavoro per ridare un «tetto» ai felini della colonia. •

V.MOR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1