CHIUDI
CHIUDI

10.11.2019

L’industria piange Tonino Casalini

Tonino Casalini è scomparso nelle scorse ore a 65 anni
Tonino Casalini è scomparso nelle scorse ore a 65 anni

Ludriano e Orzinuovi in lutto per la morte a 65 anni di Tonino Casalini. Ma è tutto il mondo dell’imprenditoria bresciana a piangere la scomparsa dell’industriale originario di Orzinuovi ma adottato da Ludriano dove era diventato grande imprenditore nell’industria dolciaria con il fratello Ubaldo. Ieri pomeriggio Casalini è venuto a mancare dopo una malattia che lo ha consumato rapidamente. CON IL FRATELLO aveva trasformato una piccola attività di rivendita in un colosso alimentare ancora oggi attivo sia a Ludriano che a Orzinuovi, con uno stabilimento robotizzato d’avanguardia inaugurato soltanto pochi mesi fa. Dopo aver lanciato il marchio Casalini (memorabile lo slogan «Casalini a noi ci piace»), aveva fatto decollare negli ultimi anni, sempre con il fratello, il marchio Midi-Lazzaroni. Da un paio d’anni era diventato presidente nazionale di UnionAlimentari-Confapi, un impegno questo che aveva affrontato con grandissimo trasporto, documentandolo anche sui social network. IL SUO TEMPO libero lo trascorreva a Ovanengo, dove da anni aveva aperto una locanda e osteria dove lavorava come titolare, cuoco, cameriere, per poi finire commensale al tavolo degli amici. Sono in tanti a piangere la sua prematura scomparsa. A partire dal sindaco di Roccafranca Marco Franzelli. «Si è spento un grande amico, una colonna dell’imprenditoria bresciana, ma anche un uomo buono - ammette -. Ho conosciuto la famiglia quando era ancora un bambino e recentemente era stato ospite della festa del Quarantì. Era un imprenditore vero e l’industria robotizzata che aveva messo in piedi con il fratello pochi mesi fa era la dimostrazione della sua straordinaria propensione a innovare e crescere sempre». Lo ricorda anche Eugenio Massetti, presidente di Confartigianato: «Mi addolora molto questa notizia Era una persona magnifica e solare - ricorda - Con il fratello è stato in grado di rendere protagonista del settore dolciario un’area artigianale come quella di Ludriano, che negli anni Ottanta era persino area depressa. Oggi è il campo base di un colosso e settimanalmente Tonino mi raggiungeva nella mia azienda tipografica per realizzare i suoi progetti di confezionamento e marketing». Da fissare la data dei funerali. •

M.MA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1