IL LUTTO

Noemi, strappata alla vita a soli dieci anni. Lacrime a Pavone Mella

La piccola Noemi, strappata alla vita a soli dieci anni. Lutto a Pavone Mella
La piccola Noemi, strappata alla vita a soli dieci anni. Lutto a Pavone Mella
La piccola Noemi, strappata alla vita a soli dieci anni. Lutto a Pavone Mella
La piccola Noemi, strappata alla vita a soli dieci anni. Lutto a Pavone Mella

È passata dalla vita alla morte con la silenziosa e delicata leggerezza di un frullare d’ali. La piccola Noemi Galesi è volata in cielo come un angioletto dieci anni dopo essere venuta alla luce. Il suo destino era segnato da una gravissima malattia, ma il coraggio, la forza d’animo e la spensieratezza con cui aveva affrontato la sofferenza erano riusciti ad alimentare la speranza che alla fine potesse vincere la battaglia e continuare a vivere.

Invece, il filo della speranza, mai come in questo caso parente stretta dell’utopia, si è spezzato ieri gettando la famiglia e la comunità di Pavone Mella del dolore. A nulla sono valse, purtroppo, le cure e le terapie alle quali è stata sottoposta. E neppure l’affetto collettivo che la ha circondata fino all’ultimo. La piccola, affetta da un tumore al cervello da quando aveva soltanto un anno e mezzo, era entrata nel cuore di molti residenti che, in particolar modo con l’aggravarsi delle sue condizioni nell’ultimo periodo, si erano stretti attorno alla famiglia, mostrando la loro vicinanza.

La vivacità e la forza di volontà di Noemi erano così spiccate, tanto da spingerla a frequentare la classe quinta della scuola elementare del paese fino al mese scorso. Ed ora le maestre e i maestri, i compagni e tutta la comunità della scuola elementari di Pavone si stringono con profondo dolore alla famiglia, «raccogliendo la preziosa testimonianza di tenacia e vitalità della piccola», per usare le toccanti parole delle sue insegnanti che avevano tanto a cuore la situazione della piccola alunna, «come fosse una nostra figlia». Interpretando il sentimento dell’intera comunità, il sindaco Mariateresa Vivaldini ha proclamato il lutto cittadino per la giornata di domani, in occasione della celebrazione dei i funerali. «La nostra comunità che in questi mesi non ha mai smesso di pregare e sperare in un miglioramento, si stringe attorno ai genitori e alla famiglia di Noemi - afferma il primo cittadino di Pavone -. Proprio nel mese di novembre, in occasione della mostra promossa dal Comune per sensibilizzare sul tema della ricerca oncologica, la piccola aveva donato le maschere da lei utilizzate per la radioterapia. Negli stessi giorni, le ho personalmente consegnato, a nome di tutta l’Amministrazione comunale dei giocattoli in un momento conviviale».

Le condizioni di salute della piccola si erano aggravate negli ultimi mesi e ad ottobre, per permetterle di vivere l’incontro con il Signore, si era deciso di anticipare la cerimonia della Prima Comunione per la sua classe. I funerali come detto, saranno celebrati nella chiesa parrocchiale di Pavone del Mella domani pomeriggio alle ore 14.30. Noemi lascia la mamma Nadia, il papà Federico e la sorellina di tre anni.

Gloria Baronchelli