CHIUDI
CHIUDI

25.10.2020 Tags: Montichiari

Rallenta l’immigrazione e calano le nascite

A Montichiari al 31 dicembre 2019 abitavano poco più di 4mila immigrati
A Montichiari al 31 dicembre 2019 abitavano poco più di 4mila immigrati

Dopo anni di crescita ininterrotta si arresta lo sviluppo della popolazione straniera residente a Montichiari. Su un totale di 26.144 abitanti al 31 dicembre scorso, gli immigrati nello stesso periodo sono 4.173, oltre il 15 per cento, in leggero aumento rispetto al 2018, quando all’anagrafe ne risultarono censiti 4.124, poche decine in più, una sostanziale stabilità quindi. A leggere i rilevamenti precedenti, a partire dal 2009 gli stranieri con la residenza a Montichiari erano 3.182. Nel corso del decennio l’incremento è stato quindi di mille unità, una espansione di rilievo, alimentata da un tessuto produttivo che nonostante la crisi innescata nel 2008 ha continuato a offrire opportunità di occupazione. Il cambio di passo è evidenziato anche dall’andamento delle nascite. L’anno scorso i bambini stranieri venuti alla luce nel centro della Bassa orientale sono stati 55, mentre nel 2018 erano stati 80. IL SEVIZIO demografico comunale e l’Istat hanno fornito anche i numeri riguardanti il saldo migratorio più recenti. Sono lontani i numeri del 2007, per esempio, quando i flussi migratori avevano portato a Montichiari ben 300 persone. Nel 2018, un altro anno spartiacque, in virtù del ridimensionamento dei centri di accoglienza privati sul territorio, 118 migranti sono stati allontanati dal paese. Poi ci sono i numeri e le percentuali relativi ai cittadini di varie nazionalità che vivono a Montichiari. Sono sempre i rumeni la comunità più consistente, con 1.264 persone che corrisponde al 30,65% della popolazione straniera monteclarense. A SEGUIRE compare la comunità albanese con 498 residenti che corrispondo al 12,08%. Sul gradino più basso del podio gli indiani, una delle poche realtà in leggera crescita rispetto alle altre, con 465 persone che vivono a Montichiari che corrispondono all’11,28%. In flessione, invece, la comunità marocchina scesa a 329 unità rispetto alle 360 dell’anno precedente. In leggerissimo aumento la comunità cinese residente a Montichiari, che rappresenta l’1,72% con le sue 71 persone rispetto alle 60 di 12 mesi fa. Infine una curiosità: sono scomparsi gli apolidi, ovvero i cittadini senza patria. Due anni fa erano in 6, adesso sono tutti emigrati o purtroppo defunti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Valerio Morabito
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1