lo studio

Città a «misura di persona»: Brescia è ottava

Il podio, secondo lo studio Human Smart City Index, spetta a Milano, Bologna e Torino
Brescia dall'alto
Brescia dall'alto
Brescia dall'alto
Brescia dall'alto

La pandemia e i due anni che ci hanno costretti a casa per lunghi periodi, hanno inevitabilmente avuto un impatto sul nostro vissuto. Dopo il Covid-19 e il lockdown gli italiani hanno modificato priorità e abitudini, scegliendo sempre di più città medie e piccole dove le relazioni sociali sono più strette e i comportamenti sostenibili più facili. Secondo lo studio Human Smart City Index Milano, Bologna e Torino conquistano il podio delle città a «misura di persona». Si sarebbero ridotte, inoltre, le distanze tra città metropolitane e centri più piccoli, sebbene permanga una forte differenza tra Nord e Sud. Lo studio delinea un ranking incrociando i dati legati agli investimenti e alle iniziative delle città che misurano quanto siano già pronte a ridisegnare spazi e tempi intorno alle esigenze delle persone (readiness) con i comportamenti dei cittadini sui 3 assi della transizione ecologica, della transizione digitale e dell’inclusione sociale. Milano si conferma in cima alla classifica, puntando su transizione digitale, sia per infrastrutture (ultra-broadband, 5G e IoT) che per competenze dei cittadini e utilizzo dei servizi online. Segue Bologna, grazie al primato su inclusione sociale, terza Torino - seconda nel 2020 - grazie ai comportamenti dei cittadini su transizione ecologica. Seguono 5 città medie, classifica nella quale Brescia è quinta (quindi ottava a livello nazionale) dopo Trento, Parma, Bergamo e Padova. Roma si posiziona al 12esimo posto (-5 posizioni rispetto al 2020) penalizzata soprattutto dal ritardo nel processo di transizione ecologica. La prima città con meno di 80mila abitati è Pordenone (21 ), le prime tre del Sud sono Cagliari (19 ), Napoli (34 ) e Bari (36 ). Netto predominio del Centro-Nord, con Trentino-Alto Adige, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia. Le regioni del Sud si collocano in fondo, con Molise, Puglia e Calabria agli ultimi 3 posti. Tra le 40 città del Sud solamente 3 città metropolitane sono nella prima fascia: Cagliari, Napoli e Bari. Al Nord, 29 su 47 sono nella prima, solo 6 nella terza. Al Centro: 5 in prima, 12 in seconda e 5 in terza.