brescia

Il centro tamponi trasloca da via Morelli alla Fiera

di Paolo Cittadini e Mario Mattei
L'hub che per mesi tra primavera e estate è stato il punto di riferimento per le somministrazioni anti-Covid ora diventa il luogo deputato per i test. E in una maxi operazione dei Nas denunciati 18 operatori sanitari al lavoro senza essere vaccinati

A partire da martedì i tamponi per i bresciani verranno effettuati al Brixiaforum di via Caprera, che per mesi tra la primavera e l’estate è stato polo di riferimento per la campagna vaccinale. Per i tamponi molecolari riservati esclusivamente alla scuola (personale docente e non docente, minori, alunni delle secondarie di primo e secondo grado)  gli orari sono i seguenti: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 16 e il sabato dalle 11 alle 13.30.  per comunicare la propria presenza per l’esecuzione del tampone è necessario utilizzare il portale web dell'Asst Spedali Civili (CLICCA QUI). Il personale scolastico docente e non docente dovrà presentarsi con tessera sanitaria e autocertificazione compilata (per il modulo  CLICCA QUI).  Per prenotare l'appuntamento per un tampone antigenico rapido è  necessario utilizzare il portale web del Civile (CLICCA QUI)  Restano confermati gli orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 16.30, il sabato dalle 11 alle 13:45 e la domenica dalle 9 alle 11.45. Il pagamento avverrà tramite Pos al momento dell'accettazione.

Sono 18, nel frattempo, gli operatori sanitari pizzicati sul posto di lavoro dal Nas dei carabinieri di Brescia nonostante fossero sospesi perché non vaccinati. Tredici sono farmacisti, gli altri tecnici o infermieri di strutture e studi privati. Nel corso dell’operazione svolta tra capoluogo e provincia non è stato eseguito dal Nas alcun sequestro. L’ipotesi di reato nei loro confronti è quella di esercizio abusivo di una professione. Gli atti dell’operazione dei carabinieri sono stati trasmessi in procura a Brescia dove si deciderà come procedere. Nel corso dei controlli, svolti in tutta Italia, i militari del Nas hanno confrontato il personale sanitario sospeso dal servizio perché non vaccinato con quello effettivamente al lavoro. Analizzando i dati sono così emersi le 18 persone che avrebbero dovuto restare a casa, mentre invece si trovavano dietro un bancone. Per quanto riguarda il bilancio giornaliero della pandemia,  sono 348 i nuovi casi emersi nel Bresciano secondo il report  della Regione Lombardia; si registra anche un decesso per una donna di 76 anni di Lumezzane. Infine, emerge anche come sia in lieve risalita, nell’ultima settimana, il numero di ricoveri di pazienti positivi Covid all’ospedale Civile: in totale sono 87 i pazienti ricoverati, di cui dieci nel reparto di terapia intensiva.•.