Lite senza fine
sui dati Fontana:
«Misura colma»

Il governatore Attilio Fontana è stato attaccato in aula dalle opposizioni che chiedono «trasparenza»
Il governatore Attilio Fontana è stato attaccato in aula dalle opposizioni che chiedono «trasparenza»

Polemiche, urla ed espulsioni. È successo di tutto nell'aula del Consiglio regionale della Lombardia dopo le comunicazioni del governatore Attilio Fontana sulla vicenda dei dati «errati» che hanno costretto la Regione in zona rossa per sette giorni senza ragione. Alla fine gli espulsi dall'aula sono stati sei, tutti delle opposizioni, e le minoranze hanno abbandonato i lavori, sottolineando che da ora in poi presenzieranno in commissione Sanità solo quando si discuterà della nuova legge del sistema socio-sanitario o della pandemia. La seduta del Consiglio si era aperta con l'intervento del Governatore: «È una vergogna quello che sta succedendo, non lo dico per la mia giunta, ma per i lombardi che sono stufi di essere umiliati». Per il presidente «la misura alla quale questo Consiglio regionale è giunto è colma, la mancanza di rispetto ai lombardi è andata oltre i limiti del consentito». (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Giuseppe Spatola