la legge

Sanità, ecco la rivoluzione della Lombardia

Moratti: «Un grande traguardo». Fontana: «Ascolto e condivisione». Girelli: «Ma numerosi temi cruciali sono soltanto sfiorati o ignorati»

Via libera definitivo dal Consiglio regionale della Lombardia al progetto di legge di revisione del servizio sanitario che ha l’obiettivo di potenziare la sanità territoriale agganciandosi al Pnrr. Il testo varato dalla giunta Fontana è stato approvato con 48 sì e 26 no. Favorevoli i gruppi di maggioranza (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia, Lombardia Ideale e Polo di Lombardia), per i quali la nuova legge costruirà una sanità più vicina ai cittadini; ontrarie le opposizioni (Pd, Movimento 5 Stelle, +Europa, Azione, Lombardi Civici Europeisti), che hanno definito il provvedimento una «non riforma». Nelle prossime settimane i principi cardine della riforma (vedi tabella a fianco) cominceranno a trovare una loro concretizzazione; quella votata è una vera e propria rivoluzione, ma ci vorrà del tempo prima che ogni tassello vada al suo posto, dopo che la sanità lombarda è stata messa a dura prova dal Covid. (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Mario Mattei