COVID

Terapie intensive: tasso di occupazione ancora in calo, Lombardia al 12%

Secondo il report Agenas il tasso di occupazione dei letti di ospedale in Italia da parte dei malati Covid è al 9%
In calo il tasso di occupazione delle terapie intensive. La Lombardia al 12%
In calo il tasso di occupazione delle terapie intensive. La Lombardia al 12%
In calo il tasso di occupazione delle terapie intensive. La Lombardia al 12%
In calo il tasso di occupazione delle terapie intensive. La Lombardia al 12%

Continua a calare il tasso di occupazione dei letti d’ospedale da parte dei malati di Covid.
Attualmente è occupato da questi pazienti il 9% dei posti nei reparti di terapia intensiva e l’8% nei reparti di area non critica (cioè malattie infettive, medicina generale e pneumologia). Lo indicano i dati aggiornati al 6 giugno, pubblicati dall’Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) sul suo sito.

Basilicata, Molise, Val d’Aosta e Friuli Venezia Giulia sono le regioni con la situazione migliore, con nessun posto o solo l’1% (è il caso del Friuli) dei posti di terapia intensiva occupati dai malati Covid. I valori più alti di occupazione in terapia intensiva si hanno in Toscana (19%), Lazio (13%), Lombardia e Liguria (12%).