CHIUDI
CHIUDI

15.09.2019

Arco da campioni: per padre e figlio due gioie mondiali

Arco d’oro: nel team Italia ci sono Tommaso e Alessandro Veronese
Arco d’oro: nel team Italia ci sono Tommaso e Alessandro Veronese

Dopo la vittoria ai campionati italiani a Schilpario, sventolava il tricolore sul cancello dell’abitazione in via Valle Fiorita a Gardone Riviera. Chissà cosa metterà questa volta mamma Monica per festeggiare la vittoria del suo Tommy ai campionati mondiali di tiro con l’arco figurato, terminati l’altro ieri a Yankton, South Dakota, Usa. Il 22enne di Gardone Riviera, professione fabbro assieme al padre, ha portato sul tetto del mondo l’Italia nella categoria Bowhunter, specialità nella quale si prova a colpire tra la boscaglia con l’arco «nudo e crudo», sagome di animali da una distanza di 55 metri: «Ci siamo sentiti in ed era felicissimo - racconta felice la mamma -: in squadra è il più giovane ed è un po’ la mascotte del gruppo». Il giovane talento gardonese fa parte come il padre della compagnia degli «Arcieri Montegargnano 04 Agar», affiliata alla Fiarc, con campo di tiro in località Mezzane e «palestra» a Toscolano. Anche papà Alessandro, 50 anni, è un campione: nella stessa rassegna iridata ha bissato con la vittoria nel tiro con l’arco distintivo (con mirino) a squadre, la precedente vittoria del 2017. •

L.SCA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1