Comunità del Garda, si va alla «conta»

Mariastella Gelmini
Mariastella Gelmini

Fissata per la giornata di lunedì 15 febbraio la data di convocazione dell’assemblea generale straordinaria per l’elezione del nuovo presidente della Comunità del Garda e del direttivo, adesso è ufficiale anche la data del rinnovo delle cariche del comitato di gestione di Ats Garda Ambiente, l’associazione dei Comuni creata per ad hoc per la questione depuratori: l’assemblea si svolgerà lunedì 22 febbraio. Il comitato di gestione in scadenza di mandato è composto dal presidente veronese Giovanni Peretti e dal vice Gianpiero Cipani del comune di Salò. Gli altri tre componenti attualmente in carica sono Patrizia Avanzini attualmente vice sindaco di Padenghe, Davide Benedetti di Brenzone e Filippo Gavazzoni di Peschiera. «Lunedì 22 febbraio – precisa il segretario generale della Comunità del Garda Pierlucio Ceresa – avverrà la nomina del nuovo presidente di Ats, designato sette giorni prima dal nuovo direttivo della Comunità del Garda. Poi la relazione del nuovo presidente e di seguito l’elezione dei quattro nuovi membri del comitato di gestione». Come detto, la settimana precedente, lunedì 15 febbraio, è prevista l’assemblea generale straordinaria per l’elezione del presidente e del direttivo della Comunità del Garda. A fine anno è scaduto infatti il mandato quinquennale della presidente Mariastella Gelmini, ma al netto del vortice di indiscrezioni non si esclude una sua riconferma. Da rinnovare anche il direttivo, ora formato dai sindaci di Salò Gianpiero Cipani e di Desenzano Guido Malinverno e dal vice di Gardone Riviera Gianpietro Seresina, con Gianni Morandi, sindaco di Nago Torbole, il collega di Cavriana Giorgio Cauzzi e quattro sindaci veronesi: Lauro Sabaini di Bardolino, Davide Bendinelli di Garda, Stefano Nicotra di Torri del Benaco e Roberto Bonometti di Affi. •

L.SCA.