CHIUDI
CHIUDI

27.02.2016 Tags: Rezzato

Il nuovo corso della banda
inizia con un concerto

L'idea di banda è connaturata all'idea di paese. Unici presidi culturali a livello locale e vettori d'ideali fin dai tempi dell'Unità, oggi le bande musicali sono presenti più o meno in ogni Comune d'Italia.

A Rezzato la banda comunale è rinata nel 1984 sulle ceneri della precedente, scioltasi nell'immediato dopoguerra. La passione di Antonio Maggioni e Gianni Filippini, la bravura del primo maestro Giuseppe Sottini e l'impegno dell'allora amministrazione comunale furono in grado da sole di tenere a battesimo una delle tante esperienze che in quegli anni di fermento culturale vedevano la luce nell'hinterland.

Una rinascita fortunata quella della banda comunale di Rezzato, la quale ha nel tempo messo nuove radici sul territorio dandosi una struttura stabile e duratura e avviando al proprio interno un'accademia musicale per la formazione di giovani strumentisti, scelta certo non facile in un paese dove fin dagli anni '70 funzionava a pieno ritmo il rinomato corso d'indirizzo musicale nella scuola media. Oggi la banda comunale di Rezzato, che dal 2004 ha notevolmente implementato la propria qualità artistica sotto la direzione del maestro Umberto Antonelli, conta circa una cinquantina di elementi fissi più una banda giovanile composta da una trentina di ragazzi e un'accademia frequentata da diversi allievi.

Lo scorso 30 novembre, a seguito di alcune modifiche apportate al proprio statuto, il sodalizio presieduto da Massimo Castelli si è trasformato da fondazione culturale in associazione, avviando così una nuova stagione all'interno della propria storia. Per questo motivo e in vista dell'elezione del nuovo Consiglio di amministrazione la prossima primavera alla quale saranno chiamati a partecipare tutti i soci, la banda ha deciso di organizzare un evento inedito dal titolo «La banda dalla A alla Z», occasione per far conoscere la nuova associazione alla cittadinanza e avviare la campagna di tesseramento. L'appuntamento è alle ore 17 nel teatro CtmL.REB.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1