La generosità «spegne» l’allarme roghi boschivi in Valtrompia

Pista per elicotteri sul Colle Sant'Onofrio grazie a un imprenditore agricolo di Bovezzo, che aiuta Protezione Civile e servizio Anti-incendi
La piattaforma per il decollo degli elicotteri anti-incendio allestita grazie a una donazione a Bovezzo
La piattaforma per il decollo degli elicotteri anti-incendio allestita grazie a una donazione a Bovezzo

Alla vigilia della stagione più rovente dal punto di vista dei roghi forestali, l’hinterland si attrezza per affrontare l’emergenza anche con il contributo dei privati. È grazie alla generosità di un imprenditore agricolo di Bovezzo che la Protezione Civile e il servizio Anti-incendi boschivi hanno potuto allestire una nuova pista d’atterraggio per gli elicotteri che intervengono per domare le fiamme in quota. La piattaforma operativa è stata allestita sul Colle Sant’Onofrio, in una zona particolarmente esposta al rischio roghi. La struttura si trova tra l’altro in una posizione baricentrica rispetto alla Valtrompia e i colli della città, così da coprire un ampio bacino. L’intervento replica quelli già realizzati in Alta Valle e ha la medesima finalità: permettere un contrasto più efficace degli incendi. Si aggiunge così un ulteriore e importante tassello al piano di miglioramento predisposto dalla Comunità Montana di Valle Trompia per la Gestione associata della Protezione Civile. La creazione di queste piazzole permettono, in caso di incendio, un intervento tempestivo dei mezzi di soccorso. «La sensibilità della Comunità Montana e in particolare di Mauro Bertelli, assessore alle Foreste, Ambientale, Protezione civile e Servizio di vigilanza ecologica ci hanno consentito di portare a termine un progetto frutto della generosità di un privato - osserva il sindaco di Bovezzo Sara Ghidoni -. Fondamentale è stato il supporto di Fabio Beretta consigliere comunale delega alla Protezione civile». Il primo cittadino esprime riconoscenza a Mirko Reboldi, che «ha concesso l’area per la costruzione di questa fondamentale opera a tutela del territorio e delle persone». La piazzola ha un impatto limitato sul paesaggio, ma è chiaramente visibile come prevedono le linee guida. Dall’inizio dell’anno nella nostra provincia si sono registrati 17 incendi, pari al 13,5% di quelli censiti in tutta la Lombardia che hanno mobilitato 1.295 i volontari, 69 carabinieri forestali, oltre a 566 operatori dei Vigili del Fuoco e 43 elicotteri. Le zone più colpite sono state l’alto Garda e la Valtrompia, ma devastanti roghi si sono sviluppati anche tra le colline poste tra la città e Nave. •.

Marco Benasseni

Suggerimenti