Riparte la Festa delle pesche «per stare di nuovo insieme»

di Marco Benasseni
Tutto è pronto a Collebeato per la ripartenza  della Festa delle pesche, da mercoledì prossimo
Tutto è pronto a Collebeato per la ripartenza della Festa delle pesche, da mercoledì prossimo
Tutto è pronto a Collebeato per la ripartenza  della Festa delle pesche, da mercoledì prossimo
Tutto è pronto a Collebeato per la ripartenza della Festa delle pesche, da mercoledì prossimo

Dopo due anni di fermo imposto dal Covid torna la Festa delle pesche di Collebeato, dal 6 al 17 luglio. Ad organizzarla è sempre la Pro Loco che per questa 37esima edizione ha voluto ripartire alla grande. È la prima organizzata dal nuovo consiglio direttivo guidato dal neo presidente Damiano Raccagni e la Pro Loco propone una modalità tradizionale con alcune importanti novità per favorire aggregazione e socialità. Tra queste, la scelta di aggiungere il palio delle contrade e di trasferire le tre serate finali (15, 16 e 17 luglio) al centro civico «La Porta del Parco» invece che al Parco 1° Maggio. Per facilitare gli spostamenti ci saranno un bus navetta e un trenino. «Sono passati tre anni dall’ultima Festa delle Pesche. Ci eravamo lasciati senza immaginare cosa sarebbe successo, già con la voglia di organizzare per l’anno seguente. Abbiamo invece dovuto aspettare pazientemente - esordisce Raccagni - e ora sostenuti dall’amministrazione comunale abbiamo deciso di provare a ripartire organizzando questa nuova ricca edizione. Non per voltare pagina e dimenticare cosa è successo e cosa tutt’ora sta succedendo, ma per andare avanti. Ricordiamo con amicizia e nostalgia chi ci ha lasciato a causa di questa pandemia e ricordiamo i nostri fratelli ucraini che stanno affrontando la durezza e l’insensibilità̀di una guerra che non gli appartiene. A loro abbiamo dedicato le magliette di quest’anno con i colori della bandiera della pace, augurandoci che arrivi presto l’arcobaleno». Il programma prevede tantissimi appuntamenti con la possibilità di cenare allo stand gastronomico. Si comincia mercoledì alle 18,30 con la gara ciclistica 1° trofeo Pro loco Collebeato che partirà dal centro sportivo di via Partigiani, mentre giovedì c’è il palio delle contrade in oratorio. Venerdì dedicato alla musica con i concerti organizzati nei giardini Paolo VI a partire dalle ore 20, mentre il giorno seguente in via Partigiani ci saranno iniziative promosse dal Gruppo ecologico, dalla sottosezione del Cai e un vernissage nel frutteto per celebrare il progetto CacoBeato. La festa vera e propria comincerà domenica con un concerto per voci e pianoforte a Palazzo Martinengo. Si proseguirà tutta la settimana successiva con serate organizzate in tutte le contrade del paese. «Di fronte ad una situazione di incertezza, che caratterizza ormai la nostra quotidianità, abbiamo sempre più bisogno di trovare ristoro nella comunità e la Festa delle Pesche - aggiunge il sindaco Angelo Mazzolini - nata per celebrare un frutto che ha contraddistinto la storia del nostro paese, ne rappresenta una straordinaria esperienza».•. © RIPRODUZIONE RISERVATA