CHIUDI
CHIUDI

11.06.2020

Un’auto presa a sassate, tragedia sfiorata

Dietro il lancio di pietrame potrebbe esserci un gruppo di ragazzini
Dietro il lancio di pietrame potrebbe esserci un gruppo di ragazzini

Le automibili in transito trasformate nel bersaglio di un irresponsabile tiro a segno a colpi di sassi e pietrame. Dietro la pericolossima «bravata» ci sarebbe un gruppo di ragazzini tornati in azione lunedì sera a Rezzato, quando hanno scagliato dei sassi contro la macchina di un 21enne residente a Rezzato che lavora a Villa Carcina. Fortunatamente il mezzo procedeva a velocità moderata e la prontezza di riflessi del conducente ha evitato il peggio. L’EPISODIO SI È VERIFICATO in via De Gasperi, subito dopo l’autoscuola Valverde. Intorno alle 21.30 una manciata di ghiaia e pietrame è stata scagliata dalle scalinate di via San Gaetano che interseca via De Gasperi. Un sasso più grosso ha centrato incrinandolo il finestrino sul lato del conducente. Se il vetro fosse stato abbassato la pietra avrebbe colpito l’automobilista. Il 21enne alla guida dell’auto bersagliata ha accostato, provando a inseguire a piedi il gruppetto di ragazzini che tuttavia si è disgregato facendo perdere le proprie tracce. Non è la prima volta che accade, spiega la vittima ancora scossa al pensiero delle potenziali conseguenze del gesto irresponsabile: «poteva andare decisamente peggio». Scattata la segnalazione alle forze dell’ordine si cerca un collegamento con quanto accaduto alla fine di maggio in via San Gaetano all’altezza della stessa scalinata. Un ragazzina che stava passeggiando con due amiche è stata colpita alla testa di striscio da una pietra lanciata da un gruppo di giovanissimi che si è poi dato alla fuga. CARABINIERI E POLIZIA locale stanno monitorando la zona attraversata dalla scalinata per cercare di risalire agli autori di gesti pericolosi e irresponsabili. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Valerio Morabito
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1