Un Tir fuori controllo e lo scontro tremendo Muore un artigiano

L’autovettura  coinvolta nel tragico schianto di ieri mattina a RezzatoFranco Piccinelli, 52 anni di Casto, lascia la moglie e tre figliI soccorsi  sono stati allertati da quanti hanno assistito al tremendo incidente di ieri mattina SERVIZIO FOTOLIVE/CATTINAIl furgone  guidato dall’artigiano è stato travolto dal tir e trascinato per una ventina di metri finendo fuori stradaMarco De Luca: ha perso la vita sull’autostrada A4
L’autovettura coinvolta nel tragico schianto di ieri mattina a RezzatoFranco Piccinelli, 52 anni di Casto, lascia la moglie e tre figliI soccorsi sono stati allertati da quanti hanno assistito al tremendo incidente di ieri mattina SERVIZIO FOTOLIVE/CATTINAIl furgone guidato dall’artigiano è stato travolto dal tir e trascinato per una ventina di metri finendo fuori stradaMarco De Luca: ha perso la vita sull’autostrada A4

Sulle strade bresciane è stato un venerdì nerissimo: tre i morti in poche ore. E uno di questi incidenti mortali è costato la vita a un artigiano di Casto, Franco Piccinelli. L'incidente è avvenuto ieri alle 7 lungo la 45bis a Rezzato, all’altezza del punto vendita Bricoman. Ad innescare la carambola, la dinamica è al vaglio della Stradale, sarebbe stato un tir che dopo essere finito nella corsia opposta ha innescato lo scontro frontale tra un'auto e un furgone. L'impatto non ha lasciato scampo al 52enne alla guida del Ducato. Franco Piccinelli, artigiano che si occupava di montare strutture in cartongesso, è deceduto sul colpo. Per motivi ancora da chiarire il 54enne alla guida del tir di un’azienda di logistica ha perso improvvisamente il controllo del proprio mezzo di trasporto ed è finito nella corsia opposta centrando in pieno una Bmw, guidata da un 25enne, e poi il furgoncino del 52enne di Casto. Uno scontro davvero violento, visto che il tir della logistica prima ha sbalzato la Bmw in una canaletta di fronte al Bricoman. Poi ha centrato il furgone di Franco Piccinelli e lo ha trascinato per una ventina di metri, interrompendo la drammatica corsa fuori strada. A fare scattare l’intervento dei soccorritori sono stati gli altri automobilisti che in quel momento viaggiavano sulla 45bis. Così, nel giro di qualche minuto, è arrivato il personale sanitario da Mazzano e Nuvolera. Purtroppo, per il 52enne di Casto non c’è stato nulla da fare. L'autotrasportatore di 54 anni, visibilmente sotto shock, è stato trasferito al Civile di Brescia per accertamenti. A parte qualche ferita, le sue condizioni non destano particolare apprensione. Come impone la prassi nei casi di incidenti mortali è stato sottoposto alle analisi per appurare se fosse al volante sotto effetto di stupefacenti o alcolici. La ricostruzione della dinamica avvenuta lungo la 45bis in territorio di Rezzato è stata affidata alla Stradale di Salò. Tre le volanti intervenute nell’hinterland. Sul posto, a dirigere l’intenso traffico, ci hanno pensato i carabinieri e la situazione è tornata alla normalità nella seconda mattinata di ieri. Per ripulire il manto stradale dai detriti sono arrivati gli operai della Provincia di Brescia, mentre una squadra dei Vigili del fuoco ha aiutato il camionista e l’automobilista ad uscire dagli altri due veicoli coinvolti nell’incidente. Il magistrato di turno si è riservato di disporre l'esame autoptico. Nel frattempo la salma è stata ricomposta al Civile di Brescia in attesa che vengano svolti gli accertamenti medico legali. Franco Piccinelli, titolare della ditta individuale Pisc, era molto conosciuto non solo in Valsabbia. Sposato da circa trenta anni con Anna Maria (anche lei di Casto) l’artigiano era padre di tre figli: Joe, nato nel 1993, Pier, arrivato nel 1998, e Renée, venuta alla luce nel 2005. Con loro sono piombati nel dramma anche gli anziani genitori Martina e Sandro, che tutti in paese conoscono con il nome di Angiolino. «Un uomo tutto casa e lavoro», lo descrivono quanti lo hanno conosciuto ricordando anche le altre due sue passioni: i cani e il camper che utilizzava per i viaggi con la propria famiglia che ora lo piange cercando una spiegazione alla tragedia. Già nella serata di ieri erano stati fissati i funerali dello sfortunato 52enne, che si terranno lunedì 3 maggio nella parrocchiale di Casto, dove Franco giungerà dalla Casa Funeraria Gabusi e Zani di Sabbio Chiese, dove ora è stato portato per esser salutato un’ultima volta da coloro che, virus permettendo, potranno fargli visita. Al termine dei funerali celebrati nella sua Casto, la salma proseguirà poi per il Tempio Crematorio.•.

Suggerimenti