CHIUDI
CHIUDI

17.10.2020

Assalti alle automobili in sosta Quindici raid in cinque giorni

A due medici è stata rubata anche la borsa e il personal computer Una delle auto prese di mira negli ultimi giorni   sul lago di Iseo
A due medici è stata rubata anche la borsa e il personal computer Una delle auto prese di mira negli ultimi giorni sul lago di Iseo

Sfondano il vetro del finestrino per fare razzia sulle auto. In Sebino e Franciacorta è allarme furti. Negli ultimi cinque giorni ne sono stati denunciati 15. Nella lista delle vittime figurano anche due medici di Sarnico e Paratico, a cui oltre ai soldi e ai documenti personali, i ladri hanno rubato le borse contenenti gli strumenti sanitari, il personal computer dove erano custoditi database sui pazienti e altre informazioni sensibili. L’appello postato su Facebook dalla moglie del dottor Marco Sacchini di Paratico ha fatto il giro del mondo, sui social ha avuto migliaia di condivisioni. Il furto è avvenuto alle 19.30 di mercoledì davanti al parco giochi di via Risorgimento, «in cinque minuti di assenza hanno sfondato il vetro della macchina e rubato ogni cosa, ma soprattutto la borsa con gli strumenti e il Pc, senza questi è difficile fare il proprio mestiere». Stesso copione per il furto ai danni del dottor Eros Malara, avvenuto il lunedì sulla sponda bergamasca. Secondo le prime indagini dei carabinieri ad agire sarebbe sempre la stessa banda: si tratta di veri è propri professionisti che si appostano nei parcheggi e scelgono la vittima valutando se nella sua autovettura si possono trovare oggetti di valore. I documenti e la borsa da medico di Marco Sacchini sono stati abbandonate in un parcheggio di Iseo macerati dalla pioggia quidini inutilizzabili. Proprio nella stessa serata - di giovedì - tra Clusane ed Iseo sono avvenuti altri tre furti dello stesso genere a due mamme che aspettavano fuori da una palestra e da un negozio nella zona del centro e una ragazza fuori da un supermercato in via Roma. Altri colpi sono stati denunciati a Palazzolo, Pontoglio e Rovato. Ad un’auto di casa a Pontoglio, parcheggiata davanti all’asilo dal suo proprietario, è stato sfondato il vetro, e smontato il quadro. Utilizzata nella notte dai ladri, per commettere probabilmente un altro furto, è stata poi ritrovata dai carabinieri ad Urago danneggiata. A ROVATO, NELLA NOTTE tra giovedì e venerdì il vetro di un furgone fermo in sosta è stato sfondato, per rubare gli attrezzi da lavoro di un artigiano, ma l’auto dei ladri, con a bordo una 40enne di Esine e due complici 50enne di Rovato era stata segnalata alle Forze dell’ordine. I responsabili del furto sono stati intercettati e fermati da una pattuglia dei carabinieri della Compagnia di Chiari: tutti e tre sono sono stati denunciati per furto. I militari inoltre durante la perquisizione hanno recuperato la refurtiva, che i criminali non hanno avuto il tempo di far sparire. Le indagini proseguono per capire se ci sia un nesso tra i tre ladri e gli altri furti commessi negli ultimi giorni. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Simona Duci
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1