CHIUDI
CHIUDI

21.11.2020

Infuriato per l’addio assalta la casa della ex

Un 35enne ha assaltato  la casa della ex dopo la fine della relazione
Un 35enne ha assaltato la casa della ex dopo la fine della relazione

Lui se ne era andato sbattendo la porta. E lei sperava che l’incubo di una convivenza burrascosa fosse finita. Invece il peggio doveva ancora venire. La vittima ha cominciato ad essere tempestata da telefonate e messaggi all’insegna di insulti sessisti e minacce. In un’escalation di molestie, lo stalker ha deciso di tornare nell’abitazione della fidanzata ad Adro, per regolare a modo suo i conti di un rapporto sentimentale naufragato. Prima ha suonato il campanello con isterica insistenza, cominciando ad insultare la 38enne che si era barricata nella villetta con i due figli avuti da una precedente relazione, poi il 35 enne ha scavalcando il cancello ed ha fatto irruzione nel giardino. IN PREDA AD UN RAPTUS ha cominciato a prendere a calci e pugni la porta lanciando insulti e minacce rivolte alla ex compagna che ha telefonato al 112. Poi ha fatto entrare il 35enne per cercare di calmarlo. Dalla Centrale operativa della Compagnia di Chiari è stata inviata sul posto una pattuglia della Nucleo Radiomobile e una della stazione di Ospitaletto. All’arrivo dei carabinieri lo stalker si trovava all’interno della casa. Era apparentemente calmo, ma ha spiegato ai militari di non voler lasciare l’alloggio. I carabinieri hanno provato a convincerlo a desistere dalla richiesta per non peggiorare la sua situazione, ma lui, all’improvviso, si è avventato contro un sottufficiale cercando anche di prenderlo per il collo. A quel punto, i carabinieri hanno immobilizzato e ammanettato il 35 anne. A supporto nel frattempo era arrivata una seconda pattuglia per risolvere la vicenda che stava prendendo una brutta piega. A quanto pare, la rabbia contro la porta dell'appartamento sarebbe stata dettata dall'accesa conflittualità tra la coppia. Lui aveva lasciato la casa cercando poi di ricucire il rapporto: ma di fronte al fermo rifiuto della ex ha cominciato a perseguitarla. Il 35enne deve rispondere di minacce, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. L’arresto è stato convalidato ieri mattina per direttissima dal Tribunale. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Simona Duci
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1