Muore ad appena 27 anni, cinque giorni dopo la caduta in bici a Passirano

Il giovane Ivan Colosio era con la sorella e un amico: tornavano da una gita
Ivan Colosio di Gussago aveva solo 27 anni
Ivan Colosio di Gussago aveva solo 27 anni
Ivan Colosio di Gussago aveva solo 27 anni
Ivan Colosio di Gussago aveva solo 27 anni

È morto dopo cinque giorni di agonia all’Ospedale «Papa Giovanni» di Bergamo. Aveva appena 27 anni Ivan Colosio, di Gussago, nel pomeriggio del giorno di Pasqua era rimasto coinvolto in quella che il più delle volte si risolve con qualche sbucciatura alle ginocchia: una caduta in bicicletta.
E invece la sorte questa volta è stata crudele e l’ha condotto all’appuntamento con la morte. Ivan Colosio era caduto nel pomeriggio a Passirano mentre stava tornando a casa dopo una gita con la sorella e un amico.
Una pedalata spensierata, tante parole, tanti sorrisi, all’improvviso Ivan ha perso il controllo della bicicletta ed è caduto. La chiamata ai soccorsi è stata lanciata alle 18,40 di Pasqua in via Cadenone a Passirano.
Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri di Cazzago San Martino intervenuti sul posto, i tre erano in sella alle loro mountain bike quando passando nell’erba alta tra i vigneti Ivan è sobbalzato su una piccola grata che gli ha fatto perdere l’equilibrio; il giovane è volato in un fosso adiacente. Nonostante avesse il caschetto, ha riportato serie lesioni al rachide cervicale, dopo il forte colpo alla testa ha accusato un arresto cardiaco.
A prestare i primi soccorsi è stato un residente di Passirano, che proprio in quel momento stava passeggiando a pochi passi con il suo cane. L’uomo ha visto il ciclista a terra ed essendo pratico con le manovre di primo soccorso, ha iniziato da subito con le compressioni cardiotoraciche in attesa dell’arrivo dell’ambulanza della Croce rossa di Iseo. Ivan ai soccorritori è apparso in gravissime condizioni, è stato trasportato dall’elisoccorso all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo; purtroppo le cure dei medici non sono riuscite a salvarlo. Ieri pomeriggio alle 15 il cuore del giovane ha smesso di battere, la speranza dei famigliari si è spenta su quel letto di ospedale.
Ivan Colosio abitava a Gussago, Testimone di Geova, era un ragazzo timido, buono e attento alla vita della comunità; la notizia dell’inciente si era diffusa nei giorni successivi in paese ed in molti avevano contattato la famiglia per avere notizie fino al tragico epilogo di ieri. Ivan era uno sportivo, appassionato di mountain bike, conosceva molto bene la Franciacorta, ma questo non ha impedito il tragico incidente, che ha segnato per lui la fine. •.
© RIPRODUZIONE RISERVATA