il caso

Presunta violenza ad Adro: il 21enne torna in libertà

Il ragazzo, che in mattinata ha risposto alle domande del gip durante l'interrogatorio di convalida, resta comunque indagato

Torna in libertà il 21enne di Adro arrestato mercoledì all'alba con l'accusa di avere violentato una donna contattata in internet e incontrata, poi, nel paese franciacortino. Il gip non ha convalidato l'arresto disponendo l'immediata scarcerazione. Questa mattina in carcere a Brescia, dove era recluso da due giorni, il ragazzo, che resta indagato per il reato di violenza sessuale, ha risposto alle domande del gip durante l'interrogatorio di convalida. Il giovane ha confermato l'incontro ma non la violenza. "In questo momento preferiamo non rilasciare dichiarazioni " commenta l'avvocato Roberta Rinaldi, legale del ragazzo che lavora come operaio in provincia di Bergamo. A lanciare l'allarme era stata la donna di 30 anni che ai carabinieri aveva raccontato di essere stata aggredita in una delle vie adiacenti piazza Padre Costantino.