CHIUDI
CHIUDI

27.02.2020

Un altro siluro sul maxi pontile

Il nuovo pontile di Sale Marasino rimane nel mirino di Legambiente
Il nuovo pontile di Sale Marasino rimane nel mirino di Legambiente

Il nascente pontile di Sale Marasino resta nell’occhio del ciclone. Nonostante la modifica al progetto, ritenuto troppo impattante sotto il profilo paesaggistico, e lo spostamento della struttura più a sud, Legambiente Basso Sebino continua a manifestare la sua contrarietà. «La biglietteria verrà posizionata sui primi giardini costruiti sul Sebino nel lontano 1936 e quasi davanti alla bella chiesa del 1591, espressione del Barocco lombardo», spiega il presidente Dario Balotta. Nonostante lo spostamento di alcuni metri per essere fuori dal cono visivo della chiesa, come chiesto il 14 gennaio dal sindaco di Sale Marasino Marisa Zanotti all’Autorità di bacino lacuale del lago d’Iseo, secondo Legambiente il problema resta: «Il fabbricato avrebbe comunque un impatto visivo notevole, senza tener conto dell’assoluta inutilità di un secondo pontile d’attracco a 50 metri da quello già esistente, da utilizzare nella stagione estiva e solo il sabato e la domenica per pochi battelli. Una spesa di 650 mila euro che costituisce un vero spreco di soldi pubblici». La biglietteria, secondo Balotta, «non è giustificata dalla domanda di traffico. I ticket vengono venduti in tutti i bar e a bordo del traghetto. Da tre anni la Navigazione del lago d’Iseo dispone del biglietto elettronico con banda magnetica, attraverso un apparecchio che era costato ben 200 mila euro. La scelta dell’apertura del secondo sportello è in controtendenza, se si pensa che nell’importante stazione ferroviaria di Rovato la biglietteria non c’è più da tempo, come su tutta la linea Brescia-Iseo-Edolo». Legambiente valuta il ricorso al Tar. «Queste risorse pubbliche andrebbero spese per il rinnovo della flotta a diesel, obsoleta, inquinante e con età media di 33,3 anni». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1