CHIUDI
CHIUDI

20.09.2020 Tags: Palazzolo sull'Oglio

Una «scossa» per la mobilità

Car sharing con vetture elettriche: al via il servizio anche a Palazzolo
Car sharing con vetture elettriche: al via il servizio anche a Palazzolo

Dal 25 settembre, data prevista per l’inaugurazione ufficiale, a Palazzolo avrà inizio il servizio di car sharing elettrico, con l’inaugurazione della prima postazione del progetto «E-Vai!», nel parcheggio davanti al municipio. Il servizio parte con una Renault Zoe elettrica, una vettura con oltre 300 chilometri di autonomia, che molti hanno già stata vista in città. La Zoe sarà condivisa tra cittadini e Comune, i cui dipendenti potranno usarla per spostamenti di servizio, riducendo gas di scarico delle auto comunali e costi del carburante. L’auto elettrica sarà anche a disposizione dei cittadini, che potranno prenotare quel modello o altri 24 ore al giorno. Se quella comunale non fosse disponibile, «E-Vai» ne recapiterà un’altra all’E-Vai point, alla colonnina di ricarica Becharge, in piazzale Giovanni XXIII. Per favorire la mobilità elettrica, a Palazzolo sono state attivate 5 colonnine di ricarica in posizione chiave in posizioni chiave, oltre alle 2 colonnine per 4 prese di piazzale Giovanni XXIII, ne sono in servizio due con quattro prese in via Cattaneo all’uscita della A4, e una con due prese in via Kennedy. Alla prenotazione si potrà decidere se riconsegnarla a Palazzolo o in uno dei 120 punti E-Vai lombardi, compresi i tre aeroporti e le stazioni ferroviarie. L’iscrizione è gratuita con l’app E-Vai o sul sito www.e-vai.com. L’auto va prenotata 18 ore prima, indicando tragitto e orario. Fino al 31 dicembre l’iscrizione offre un’ora gratuita al primo noleggio, che normalmente costa 6 euro l’ora, chilometri illimitati e ricarica inclusi, e in diversi Comuni consente di entrare gratis in zone a traffico limitato e sulle strisce gialle e blu. •

Giancarlo Chiari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1