Ultraleggero atterra
nell’orto. Ferito il
pilota e la passeggera

L’ultraleggero ha urtato un’utilitaria e il muro di un’autorimessa
L’ultraleggero ha urtato un’utilitaria e il muro di un’autorimessa

Atterraggio di fortuna nell’orto di una villa di Bedizzole per un ultraleggero. Nell’impatto contro il muro dell’autorimessa della bifamiliare il pilota del velivolo e la passeggera hanno riportato delle ferite inizialmente apparse grave. Lui è stato ricoverato al Civile, lei alla Poliambulanza. Gli accertamenti diagnostici hanno ridimensionato la gravita del quadro clinico di entrambi giudicati guaribili con prognosi al di sotto dei 90 giorni. Solo spavento per i residenti della casa. L’incidente è accaduto poco dopo le 17. Ai comandi dell’ultraleggero c’era Franco Pasini, imprenditore 79enne di Bedizzole, amante del volo e raffinato collezionista. Con lui un’amica di famiglia di 47 anni. Il piccolo aereo è decollato dala vicina aviosuperficie Scaroni. Subito dopo il decollo l’ultraleggero ha cominciato ad avere dei problemi. A quel punto l’esperto pilota ha cercato di effettuare un atterraggio di fortuna. La prima superficie adatta è stata il giardino della bifamiliare di via Ticino, in zona industriale dietro il Conad. Lì l’ultraleggero è atterrato: la bravura del pilota ha limitato i danni. Il velivolo dopo essere atterrato ha urtato una Fiat Panda e successivamente il muro. Franco Pasini è stato estratto dalla carlinga dai volontari del Cosp di Bedizzole e di Mazzano e caricato sull’eliambulanza che lo ha accompagnata all’ospedale Civile, mentre la 47enne è stata trasferita alla Poliambulanza. Sul posto per mettere in sicurezza la zona e rimuovere la carcassa dell’ultraleggero sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Desenzano e Brescia. Ai carabinieri toccherà il compito di ricostruire le cause della caduta del veivolo, ma familiari ed amici di pilota e passeggera possono tirare un bel sospiro di sollievo per il pericolo scampato. •

Nicola Alberti