«Bocciata» l’unica lista Bienno rischia lo stop

Il municipio di Bienno: ora il Comune rischia il commissariamento
Il municipio di Bienno: ora il Comune rischia il commissariamento
Il municipio di Bienno: ora il Comune rischia il commissariamento
Il municipio di Bienno: ora il Comune rischia il commissariamento

Bienno rischia di essere commissariato. La Commissione circondariale di Breno ha ricusato la lista «Bienno è anche tuo» guidata da Ottavio Bettoni, unico aspirante in sindaco in lizza nel paese. Paradossale la motivazione della bocciatura che si rifà a una norma di 60 anni fa. Un eccesso di firme in calce al documento necessario a presentare la candidatura avrebbe invalidato la procedura. Ne sarebbero state raccolte 98 anziché le 60 previsti dalla legge. Il sindaco uscente Massimo Maugeri e il suo successore in pectore Ottavio Bettoni hanno accolto lo stop con grande amarezza. «Lo scopo del legislatore è evitare che una lista “mostri i muscoli” intimidendo altre potenziali coalizioni, ma siamo di fronte a una norma anacronistica», osserva Bettoni. Maugeri pone un legittimo quesito. «Ci domandiamo se le nostre 98 firme depositate abbiano impedito ad altri di presentare liste concorrenti, considerando che gli elettori di Bienno sono circa 3300». Il primo cittadino ancora in carica per un mese annuncia il ricorso al Tar. «Ci batteremo in ogni sede, ma resta il rammarico di uno Stato fa letteralmente cadere le braccia a quei pochi che ancora si vogliono impegnare nell’amministrare la cosa pubblica», incalza Maugeri. I rappresentanti della compagine allestita nel segno della continuità alla Giunta uscente, si erano riuniti il 30 agosto al bar del Parco Dosso proprio con i simpatizzanti per uno scambio di opinioni e per dar vita alla raccolta di firme per la presentazione della lista ed alla fine ne sarebbero state acquisite ben 38 in più. Il Tar dovrebbe pronunciarsi entro la settimana. L’ombra del commissariamento si aggiunge ad un’altra circostanza: se anche Bettoni verrà eletto per la prima volta in Consiglio comunale non ci saranno le opposizioni. Aldo Pini sindaco per due mandati dal 2001 al 2011 ed attualmente capogruppo di «Progetto Bienno e Prestine», ha rinunciato a candidarsi. Si ventilava una lista griffata «Grande Nord», ma la referente Monica Rizzi ha ritenuto che non esistessero i margini per allestire una lista come avvenuto invece a Berzo Inferiore e Cerveno. Bisognerà invece attendere questo pomeriggio per sapere se la lista sub judice di Ombretta Capelloni a Isorella risponde ai crismi e sarà ammessa alla corsa elettorale. Da segnalare infine un errore nella lista di Fare Comune guidata da Antonio Terna: il candidato consigliere si chiama Sergio Bonometti e non Bonetti.•.

Luciano Ranzanici

Suggerimenti