Gli sfollati per la frana sono ritornati nelle case

Un mese dopo la frana della strada che ha interrotto il collegamento tra Angolo Terme e la frazione di Terzano possono rientrare nelle loro abitazioni i trentotto cittadini sfollati dalla loro abitazioni situate nella zona del crollo. Un improvviso nubifragio aveva trascinato a valle una parte di via Lorenzetti e il muro di sostegno, franato a valle, aveva messo a repentaglio la sicurezza di alcune abitazioni realizzate al di sotto della sede stradale. Gli abitanti sfollati avevano trovato una sistemazione in albergo e in altre due strutture turistiche del paese. La nuova ordinanza del sindaco Alessandro Morandini modifica quanto stabilito nella notte di martedì 24 maggio. A ritmo serrato i lavori di somma urgenza stabiliti da Regione Lombardia hanno consentito di rimuovere i detriti e mettere in sicurezza l’area interessata dallo smottamento. Nei giorni scorsi è stato ripristinato il collegamento con la rete di distribuzione del gas che serve queste abitazioni. Decisiva poi la perizia del geologo Fabio Alberti che certifica l’efficacia dei lavori eseguiti fino ad ora che hanno consentito di eliminare le condizioni di pericolosità immediata. Il rientro delle persone evacuate è consentito fino a quando inizieranno i successivi lavori nell’area a monte e a valle della frana. Per questo nuovo intervento si dovrà attendere comunque ancora un po’ di tempo. L’Amministrazione Comunale ha provveduto a stanziare i cento mila euro necessari per questa prima parte dell’intervento. Regione Lombardia ha quindi garantito lo stanziamento di altri 800 mila euro per mettere in sicurezza tutta la zona. Serve però tempo per l’approvazione del contributo, la stesura del progetto e l’assegnazione dei lavori. Adesso comunque tirano un sospiro di sollievo i residenti di viale Terme e di via Lorenzetti che possono tornare nelle proprie residenze pur con qualche limitazione. Agli abitanti residenti in viale Terme è inibito l’accesso alle zone esterne sul lato a monte (sotto la frana) per sicurezza durante i lavori successivi. La casa situata all’inizio del viale ha anche subito un parziale danneggiamento della soletta del piano seminterrato e quindi è vietato l’ingresso in questa area. Naturalmente mantenuta anche la chiusura al transito carraio e pedonale in via Lorenzetti nel tratto interessato dallo smottamento. Resta attivo anche il senso unico alternato, regolato dal semaforo, in viale Terme. Un ritorno alla normalità in attesa dell’intervento più consistente su tutta la strada.•. G.Gan.