CHIUDI
CHIUDI

30.10.2020

In dirittura d’arrivo la rotonda sprint

Ultimi lavori alla nuova rotonda di Sonico
Ultimi lavori alla nuova rotonda di Sonico

Ancora pochi dettagli e la rotonda dei centri commerciali a Sonico sarà completata. Un intervento che arriva in porto senza lungaggini, nei tempi stabiliti. Il cantiere è stato infatti avviato a settembre e come da cronoprogramma concluso in questi giorni. Il progetto preliminare finalizzato a mettere in sicurezza un tratto di statale del Tonale pericoloso in cui gli incidenti più o meno gravi si contano a decine, utile in particolare ad eliminare le intersezioni a raso sulla trafficata arteria sulla quale, per circa duecento metri, si affacciano tre attività della grande distribuzione, diversi negozi, officine, uffici, era stato presentato in municipio a Sonico durante un incontro tra i vertici dell’Anas e gli amministratori e tecnici provinciali, sovraccomunali e locali per fare il punto sulla disast rata viabilità dell’alta Valle. In quell’occasione il capo compartimento Ferrara si mostrò disponibile ad accogliere l’istanza del sindaco Gian Battista Pasquini e a mettere sul piatto i 400mila euro necessari, in fase di appalto ridotti a circa 300mila, a patto che l’ente locale predisponesse il progetto esecutivo e l’acquisizione dei terreni. Così è stato, e Pasquini si dice molto soddisfatto per un’opera ben riuscita e soprattutto ideata e concretizzata velocemente. E sempre in quella zona del territorio di Sonico, è allo studio un altro intervento relativo al miglioramento dell’innesto su via Camiasco, altrettanto (se non più pericoloso) di quello appena sistemato. Pure questo è un punto critico, teatro di numerosi schianti, il più grave dei quali lo scorso mese di luglio ha causato la morte di un giovane motociclista. «Come soluzione proporremo l’allargamento della carreggiata e il rifacimento di quel bivio - sostiene Pasquini -, inoltre il progetto che abbiamo immaginato comprende anche il prolungamento del marciapiede fino al non lontano confine col Comune di Edolo». Il piano redatto dall’ente locale dovrebbe arrivare sul tavolo dell’ente gestore entro la fine di novembre, per essere poi valutato dagli enti interessati in un’apposita conferenza dei servizi prima di Natale. •

L.FEB.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1