CHIUDI
CHIUDI

15.05.2019

Lozio, la sfida è sulle unioni dei comuni

Francesco RegazzoliClaudio Zanelli
Francesco RegazzoliClaudio Zanelli

Poco più di 400 anime e uno spauracchio trasversale: è lo sfondo sul quale si muovono le due liste civiche che si presentano alle prossime amministrative di Lozio. Per proseguire il cammino intrapreso dieci anni fa si ripresenta il sindaco uscente Francesco Regazzoli, che rilancia con un gruppo in parte nuovo (perde l’animatore Antonio Giorgi ma non il suo sostegno esterno) «ma mai così unito» assicura il candidato, e con lo stesso motto «Manteniamo in moto Lozio» che dà anche il nome alla lista. «Continuiamo con il progetto portato avanti finora - spiega Regazzoli -, consci che lo spopolamento è il primo problema. Per stare qui ci vuole un reddito e gli enti superiori devono mettere in atto una defiscalizzazione. Ci devono dare risorse adeguate per mantenere il territorio; per dare possibilità di vivere bene e fare turismo». A sfidarlo, come cinque anni fa ma con un gruppo tutto nuovo, c’è Claudio Zanelli. La sua civica «Lozio domani» è un messaggio agli elettori. Le idee principali sono due, che si sostengono a vicenda: combattere lo spopolamento e puntare sul turismo per generare nuova economia. «Lo spopolamento è un dato grave - ricorda lo sfidante -, dobbiamo arginarlo, ma lo si può fare solo con politiche che rivedono tutto, dal dialogo con cittadini a quello con i paesi vicini. Abbiamo un territorio che offre tanto dal punto di vista turistico, ma noi dobbiamo resistere e amministrare con trasparenza e con onestà». IN UN PAESE che per volontà dell’amministrazione locale negli ultimi anni si è chiamato fuori da unioni e fusioni, la diversa posizione sul tema dei due pretendenti potrebbe fare la differenza. Regazzoli resta fermo sulle sue idee («non chiudo la porta a nessuno ma dev’essere dimostrato che Lozio ne guadagna»), mentre Zanelli non ha dubbi: «Oggi è impensabile stare fuori dalle unioni dei comuni. Puntiamo su quella - ha detto - e insieme sull’Altopiano del Sole». •

C.VEN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1