Piancogno ricorda i defunti dopo un anno di pandemia

Un anno dopo: nei cimiteri le cerimonie per le vittime del Coronavirus
Un anno dopo: nei cimiteri le cerimonie per le vittime del Coronavirus

•• Il Comune di Piancogno, insieme alle parrocchie di Piamborno e Cogno, a un anno dall’inizio dell’insorgere della pandemia con il primo caso di contagio avvenuto a Codogno, ha voluto commemorare le vittime del virus ed in particolare quelle dei due paesi camuni. L’anniversario è stato sottolineato con due toccanti cerimonie nei due cimiteri, alla presenza del sindaco Francesco Sangalli, del consigliere regionale Francesco Ghiroldi e dei rappresentanti della Protezione civile e dell’Arma dei carabinieri. È stato il parroco don Cristian Favalli ad impartire la benedizione ai defunti dei due camposanti (sono state una cinquantina le persone decedute nel Comune a seguito del Coronavirus), mentre il sindaco provvedeva a deporre un simbolico cesto di fiori. Il primo cittadino ha espresso un sentito ringraziamento allo stesso sacerdote ed ai partecipanti delle associazioni che hanno condiviso l’iniziativa e nell’occasione non ha mancato di rivolgere un appello ai suo concittadini a non abbassare la guardia: «L’emergenza non è ancora finita e dobbiamo tenere alto il livello di attenzione». •. L.Ran