CHIUDI
CHIUDI

23.06.2019

Piazze, parcheggi e ponti Una vera cura di bellezza per capoluogo e frazioni

Piazza Cauzzi di Rino di Sonico dopo il rifacimento
Piazza Cauzzi di Rino di Sonico dopo il rifacimento

Piazza Cauzzi è rinata diventando un funzionale spazio di aggregazione per i residenti e i visitatori. Intanto sta per tornare la passerella pedonale sul torrente Rabbia, in sostituzione del manufatto fu spazzato via (insieme al ponte stradale all’ingresso del paese) nel luglio del 2012 dalle enormi colate detritiche, e per finire, nel capoluogo sono quasi al traguardo il parcheggio vicino alla elementare e il sottopasso ferroviario. È l’elenco delle ultime opere pubbliche avviate e realizzate a Sonico e frazioni. «Piazza Cauzzi di Rino è stata totalmente riqualificata - commenta il sindaco Gian Battista Pasquini pochi minuti dopo il taglio del nastro avvenuto venerdì -, dalla pavimentazione in pietra di Luserna alla rete dei sottoservizi, alla posa di un’illuminazione a led che consente un forte risparmio energetico. Inoltre, lo stesso spazio è stato ampliato inglobando il vecchio piazzale delle scuole e, grazie all’acquisizione di un pezzo di terreno adiacente, abbiamo realizzato anche dieci nuovi posti auto». I lavori sono costati complessivamente circa 280 mila euro, tutti provenienti dalle casse comunali. E sempre a Rino, altri duecentomila e rotti euro sono stati impegnati per il nuovo ponte metallico pedonale che, poco a Nord dell’abitato, unirà le due sponde del bizzoso torrente che scende dalle Valli Gallinera e Rabbia, fonte di tanti guai nel recente passato. «Sono in corso le finiture - conferma Pasquini -, in particolare i raccordi con la vecchia strada silvopastorale della Val Malga. A breve il collaudo e poi l’inaugurazione». PURE i due cantieri di Sonico sono a buon punto. Il nuovo posteggio non distante dalla scuola, che qualche mugugno aveva suscitato prima delle elezioni perché aveva cancellato una delle poche aree verdi rimaste nel nucleo storico, è quasi ultimato, così come il sottopasso della Brescia-Iseo-Edolo all’altezza della rotonda sulla statale, che una volta aperto accorcerà di molto il tragitto ai residenti nella parte bassa del paese per raggiungere negozi e abitazioni oltre i binari (e viceversa). «Tutte le opere strutturali sono terminate - osserva il sindaco - e adesso l’impresa dovrà mettere mano alle finiture. Sottopasso e area di sosta sono opere importanti, e soprattutto la prima migliora sensibilmente il collegamento tra la statale e il paese». © RIPRODUZIONE RISERVATA

L.FEBB.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1