Postazione del 112: il via libera è vicino

La presenza di oggi a Breno del direttore generale di Areu, il bresciano Alberto Zoli, potrebbe essere di buon auspicio nelle scelte che l’Azienda regionale emergenza urgenza (Areu) andrà ad assumere a breve per l’avvio di un servizio continuativo sul territorio. Dallo scorso luglio e con durata fino alla fine di ottobre la sede di Breno della Croce Rossa (che fa riferimento al Comitato di Palazzolo presieduto da Faustino Belometti), sta gestendo con eccellenti risultati la postazione d’emergenza del 112 a beneficio del territorio della media valle. I volontari coordinati da Sandro Vielmi sono attivi ogni giorno dalle ore 8 alle 20 e proprio sull'onda del successo potrebbero essere assegnatari di una postazione definitiva a Breno. Quest’opportunità comporterebbe il logico potenziamento dell'organico con l’immissione di nuovo personale a tempo indeterminato. Sul tappeto ci potrebbe anche essere l’ipotesi dell’attivazione di un servizio elicotteristico di pronto intervento che farebbe base sempre a Breno. Nel tardo pomeriggio Alberto Zoli, accompagnato da Marco Botteri, direttore di Aat 118 di Brescia e dal coordinatore infermieristico Fabio Arrighini e dai sindaci, con il primo cittadino Alessandro Panteghini, visiteranno le sedi della Croce Rossa e dei Vigili del Fuoco volontari coordinati dal capo distaccamento Giacomo Botticchio. Successivamente, alle ore 20,30 all’auditorium Mazzoli , gli ospiti parteciperanno ad incontro dal quale potrebbero sortire buoni esiti soprattutto per Sandro Vielmi ed i suoi volontari.•. L.Ran.