CHIUDI
CHIUDI

17.01.2015

Rifiuti, differenziata alle stelle grazie agli occhi del microchip

Un addetto alla raccolta dei rifiuti: a Bienno la «puntuale» funziona
Un addetto alla raccolta dei rifiuti: a Bienno la «puntuale» funziona

È Bienno il Comune più riciclone della Valle Camonica. Titolo conquistato dopo uno scatto da centometrista che gli è valso anche l'ingresso nel circolo dei virtuosi bresciani.
A dargli una mano a scalare l'ambita classifica, ad ottobre, il passaggio al metodo di raccolta puntuale, che ha fatto di Bienno l'ente capofila del progetto pensato dall'unione «Antichi borghi» e Vallecamonica Servizi.
IL NUOVO SISTEMA funziona secondo l'idea del più ricicli meno paghi. Grazie a un bidone, di cui è stata dotata ogni famiglia, che dispone di un microchip che calcola il numero di svuotamenti. Dentro solo l'indifferenziato. «Ad ottobre abbiamo raggiunto il 75% di differenziata - commenta il sindaco Massimo Maugeri - e raggiunto un risparmio pari al 10%. È un sistema che dev'essere ancora affinato, ma abbiamo già in mente dove e come farlo per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati: la tutela dell'ambiente e il risparmio per i cittadini».
I numeri sono più che positivi se si considera che i dati dell'indifferenziato in un solo anno sono crollati: nell'ottobre del 2013 il Comune conferiva 32mila 762 chili di rifiuti generici; un anno dopo, con il sistema di raccolta puntuale, i chilogrammi sono diventati 17mila 227, ben il 47,41% in meno.
«Ma l'obiettivo che vogliamo raggiungere è quello dell'80% e sappiamo che possiamo farcela», cittadinanza permettendo. Perché anche a Bienno i furbetti (o almeno quelli che si credono tali) non sono mancati. Anche per ora il Comune ha dato il via solo al sistema di raccolta e non alla tariffazione virtuosa, che inizierà a breve. «Invito chi getta i sacchi nei cestini pubblici - chiude il primo cittadino - a conferirli correttamente perché stanno per partire controlli severi, anche con il supporto di telecamere, per punire i trasgressori con multe salate». Dopo il primo banco di prova a Bienno, verranno attivate campagne informative sul corretto conferimento dei rifiuti, oltre che repressive nei confronti di alcuni comportamenti sbagliati. Quindi si partirà anche con il sistema di tariffazione puntuale, che permetterà ai biennesi di pagare in bolletta quanto effettivamente prodotto in termini di rifiuti. Una volta che Bienno sarà a regime, saranno i comuni di Malegno e Breno a passare alla raccolta puntuale; i tempi sono ancora incerti, dipenderà molto anche dagli investimenti di Vallecamonica servizi in mezzi e bidoni ad hoc, ma di certo sarà entro la fine del 2015.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Claudia Venturelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1