CHIUDI
CHIUDI

13.01.2019

Siti rupestri senza barriere Un progetto da concorso

C’è un obiettivo importante per «A ciascuno il suo passo», il progetto del Distretto culturale di Valcamonica nato per permettere l’accesso dei diversamente abili ai parchi archeologici del territorio. La campagna, quasi completamente attuata, è in corsa per il «Premio del Paesaggio» messo in palio dal ministero dei Beni culturali. Il direttore del Distretto, Sergio Cotti Piccinelli ritiene che «per le modalità attuative e gli obiettivi che si pone, il nostro progetto abbia un grande impatto sul paesaggio inteso come contesto culturale: non a caso è diventato anche un marchio della Valle dei Segni “Vallecamonica per tutti”». Sempre Cotti Piccinelli chiede ai partner, ai sostenitori e agli amici della campagna di sostenerla dandole una visibilità nazionale e internazionale, e ricorda che intanto, sempre nell’ottica di una valle culturale senza barriere è stato aperto il sito www.vallecamonicaccessibile.it: «Si tratta di una prima versione, un po’ istituzionale e legata soprattutto al sito Unesco, che sarà però arricchita nei prossimi mesi con le esperienze prodotte dagli utenti delle cooperative sociali coinvolte nelle attività di fruizione del patrimonio culturale su tutto il nostro territorio». •

L.RAN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1